mercoledì - 21 Febbraio 2024
HomeCronacaRozzano, 39enne di nazionalità marocchina presa a coltellate dal marito davanti al...

Rozzano, 39enne di nazionalità marocchina presa a coltellate dal marito davanti al figlio di 4 anni

Dopo l’assassinio di Giulia Cecchettin, un nuovo tentato omicidio ai danni di una donna è avvenuto ieri sera

carabinieri

 

Non c’è mobilitazione che tenga. Dopo le manifestazioni per ricordare il femminicidio di Giulia Cecchettin, un nuovo tentato omicidio ai danni di una donna è avvenuto ieri sera a Rozzano. Attorno alle 18, 30, in via dei Mandorli, i Carabinieri della locale stazione sono stati chiamati dai sanitari del 118 che nel rispondere ad una richiesta di aiuto si erano trovati una donna presa a coltellate dal marito davanti al figlio di 4anni.

Brutalmente aggredita

La vittima del drammatico tentativo di omicidio è una donna marocchina di 39 anni che, durante una lite con il marito, un 32enne marocchino, è stata brutalmente aggredita con calci, pugni e assalita con un coltello da cucina. La donna ha ferite alle gambe e alla testa e la mano destra fratturata. Era stata lei stessa a chiamare il 118 per chiedere aiuto. L’aggressione è avvenuta nell’abitazione dei due coniugi, entrambi regolari, in via Mandorli a Rozzano. Secondo le prime ricostruzioni l’uomo ha colpito con numerose coltellate la moglie, poi ha tentato di pulire l’arma dalle macchie di sangue.

Rinchiuso in una cella di San Vittore

La vittima, trasportata d’urgenza, al pronto soccorso dell’ospedale San Carlo di Milano in codice giallo, è fuori pericolo di vita. Il figlio di 4 anni, che ha assistito impotente alla violenza, è stato accompagnato in ospedale con la madre e fortunatamente non ha riportato lesioni. Ora è affidato ai servizi sociali fino a che la madre non sarà dimessa dall’ospedale. Il marito, accusato di tentato omicidio, è stato arrestato e rinchiuso in una cella di San Vittore, in custodia cautelare.

I ringraziamenti del sindaco

“Un sincero ringraziamento a nome mio e di tutta l’amministrazione comunale ai nostri Carabinieri, guidati dal maresciallo Gaetano Spatuzzi, per l’azione tempestiva e incisiva – ha commentato il sindaco Gianni Ferretti – questo episodio è accaduto a pochi giorni di distanza dalla ricorrenza del 25 novembre e purtroppo testimonia l’attualità e la gravità del fenomeno. Condanniamo fortemente ogni forma di abuso, maltrattamento e violenza di genere.  In questo momento siamo vicini alla donna che è stata salvata e rivolgiamo un pensiero a tutte le vittime di violenza”.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

ortopedia INZOLI Officina Naviglio Sport Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Commercialista Livraghi
ortopedia Commercialista Livraghi INZOLI Officina Naviglio Sport Auto Testori Sai Barcelo Viaggi