lunedì, Luglio 22, 2024
HomeNewsAssagoAveva drogato una coppia e stuprato la donna sotto gli occhi della...

Aveva drogato una coppia e stuprato la donna sotto gli occhi della figlia di due anni, prosciolto per altri cinque casi di presunte violenze sessuali

Secondo i giudici della corte d'Appello del tribunale di milano il procedimento contro l’ex immobiliarista Omar Confalonieri "non doveva essere iniziato" per via della tardività delle querele

omar-confalonieri

Aveva drogato una coppia e violentato la donna davanti agli occhi della figlia di due anni. Una volta arrestato, era stato denunciato di violenze sessuali da altre cinque donne. Ieri è stato prosciolto perché gli abusi “sono stati denunciati troppo tardi”. È la sconcertante (a prima vista) decisione dei giudici della corte d’Appello del Tribunale di Milano, secondo i quali il procedimento contro Omar Confalonieri (nella foto qui in alto, già condannato in secondo grado a 4 anni e 4 mesi per lo stupro della donna drogata) “non doveva essere iniziata” per via della tardività delle querele.

Le presunte violenze

Le cinque presunte violenze sessuali di cui si è occupato il processo, sarebbero avvenute alcuni anni prima. Il modus operandi di Confalonieri sarebbe stato sempre lo stesso: la somministrazione di tranquillanti alle presunte vittime. Le denunnce erano state presentate dopo le indagini avviate dalla Procura di Milano che voleva capire se, oltre alla coppia drogata, vi fossero altre vittime. Alcune donne si erano rivolte spontaneamente ai carabinieri subito dopo la notizia dell’arresto dell’ex agente immobiliare avvenuto nel novembre del 2021.

Leggi anche:

Aveva narcotizzato una giovane coppia e poi abusato della donna: arrestato dai carabinieri di Corsico un agente immobiliare
Forse è un violentatore seriale l’agente immobiliare che ha narcotizzato una coppia e abusato della donna
Drogò una coppia e violentò la donna, i giudici gli riducono la pena di 2 anni

La condanna

In primo grado Confalonieri era stato condannato a 6 anni di reclusione perché riconosciuto responsabile di due casi tra i cinque di cui era accusato. Per due episodi era stato assolto per mancanza e insufficienza di prove, mentre per un terzo, in assenza di querela, non si era potuto procedere. Anche la moglie, ritenuta complice di alcune delle violenze, è stata prociolta.

Le motivazioni

I motivi della decisione sono stati condivisi tra il collegio giudicante e la Procura generale, che aveva evidenziato la tardività delle querele, chiedendo però che venisse “applicata una pena in continuazione con il primo processo”. “Siamo soddisfatti, perché abbiamo sempre pensato che questo processo non si dovesse celebrare” hanno detto gli avvocati Emilio Trivoli e Luca Ricci, che difendono l’ex agente immobiliare dopo la lettura della sentenza.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

dimensioneauto Sbruzzi Birrificio Barba D'Oro INZOLI Officina Naviglio Sport Barcelo Viaggi Commercialista Livraghi
dimensioneauto Sbruzzi Birrificio Barba D'Oro Commercialista Livraghi Naviglio Sport Auto Testori Sai Barcelo Viaggi