martedì - 20 Febbraio 2024
HomeAttualitàMetropolitana a Buccinasco, Corsico e Trezzano? No, i treni blu corrono verso...

Metropolitana a Buccinasco, Corsico e Trezzano? No, i treni blu corrono verso Segrate

La giunta milanese ha dato il via libera al prolungamento della linea Blu da Linate a Segrate: approvato il progetto da 470 milioni

metropolitana-linea-4

 

Adesso non ci sono più dubbi. La linea 4 della metropolitana, la cosiddetta linea Blù, correrà in direzione di Segrate. Nella direzione opposta, ovvero verso il Sud ovest, Buccinasco, Corsico, Trezzano sul Naviglio, rimarrà una chimera per chissà quanto altro tempo. È di ieri, infatti, la notizia che il comune di Milano ha approvato il progetto per il prolungamento verso Est. Costo 470 milioni di euro. Finiscono così le illusioni di quanti, traditi dalla politica locale che ha usato l’arrivo della M4 come grimaldello per vincere le elezioni (Buccinasco docet), speravano di poter viaggiare verso e da Milano comodamente. Niente di tutto questo, i disagi continueranno per almeno altri 10 – 15 anni.

I numeri parlano chiaro

L’uso elettorale del prolungamento della M4 sino a Buccinasco, ha già funzionato una volta e la speranza è che funzioni ancora. La realtà è che per i prossimi dieci-quindici anni di fermate della M4, a Buccinasco, Corsico, Trezzano non ne sono previste. Sono i dati a smentire le speranze di quanti credono ancora nelle promesse elettorali di politici a dir poco spregiudicati. I numeri parlano chiaro e non trovano riscontri sia nel piano inviato a Roma da Città metropolitana milanese.

“La vera porta di accesso”

Il Comune di Milano da sempre considera strategico far proseguire la linea Blu, che ha inaugurato le prime fermate tra Linate e Dateo, verso Segrate. “Sarà la vera porta di accesso a Milano Est”, aveva detto detto nel gennaio del ‘22 l’assessore alla mobilità Marianna Censi. Il prolungamento verso il Sud ovest della M4 non figurava e non figura quindi tra le priorità.

Ok al Piano di fattibilità

Ieri, la giunta di Palazzo Marino ha approvato una delibera che dà l’ok al Piano di fattibilità tecnico economica per far arrivare la nuova linea Blu della metropolitana dall’attuale capolinea est di Linate fino a Segrate. Il costo stimato, come detto, è di 470 milioni di euro. L’apertura dei cantieri è prevista entro il biennio 2024-2026. Il prolungamento prevede la realizzazione di due nuove fermate da Linate Aeroporto a Idroscalo-San Felice, infine Segrate).

Altissimo valore aggiunto

Smpre per l’assessore alla mobilità Arianna Censi espressione di un centrosinistra parente stretto di quelli che governano i principali comuni del sud ovest, “si tratta di un’opera fondamentale con un’importante ricaduta sulla nostra città. Una linea metropolitana che collegherà Segrate al centro di Milano in meno di venti minuti sarà estremamente competitiva rispetto al mezzo privato, per questo aiuterà a diminuire l’ingresso della auto in città. Possiamo quindi parlare di un intervento ad altissimo valore aggiunto per la mobilità pubblica dell’est milanese e, più a larga scala, per il quadrante orientale lombardo. Oltre ad avere anche un impatto evidente sulle dinamiche del pendolarismo dei comuni di prima cintura”.

Le stesse attenzioni

Va tutto bene, ma quando si dedicheranno le stesse attenzioni ai pendolari del Sud ovest costretti a sobbarcarsi di lunghi trasferimenti in auto sulla Nuova e Vecchia Vigevanese? Sono stati già stanziati 4,5 milioni di euro per studiare il tracciato della M6, che dovrebbe attraversare la città da est a ovest che potrebbe andare idealmente da Ponte Lambro a Famagosta. Verso Ovest sono stati finanziati i cantieri per il prolungamento della Rossa da Bisceglie a Baggio-Olmi: 3,5 chilometri e un investimento di 350 milioni che in parte (210 milioni). Per la direttrice che corre parallela al Naviglio Grande, non c’è un centesimo di euro.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

5 Commenti

  1. Ieri sera col tram 2 da Cesare Correnti a Negrelli ,per un percorso di un quarto d’ora,sono serviti un ora abbondante perché ci hanno fatto scendere per ben due volte senza spiegazioni …uno schifo incredibile ..pioggia e freddo per me e per altri 100 passeggeri compreso un neonato coi genitori..vergognatevi

  2. Mi dispiace per i cittadini di Buccinasco che vogliono avere la metro sotto casa ma credo che chi si debba lamentare davvero siano residenti dei comuni più distanti Trezzano, Gaggiano, Vermezzo che a causa di un servizio Trenord da no comment sono davvero in difficoltà a raggiungere con i mezzi Milano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

ortopedia INZOLI Officina Naviglio Sport Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Commercialista Livraghi
ortopedia Commercialista Livraghi INZOLI Officina Naviglio Sport Auto Testori Sai Barcelo Viaggi