mercoledì - 20 Ottobre 2021
HomeNewsBuccinascoTrezzano piega un volitivo Romano Banco e festeggia il passaggio al secondo...

Trezzano piega un volitivo Romano Banco e festeggia il passaggio al secondo turno di Coppa Lombardia

Bugiardo il risultato finale (3 a 0) di una gara molto bella, combattuta a viso aperto da entrambe le formazioni

Calcio genericoBellissima partita. Giocata a viso aperto e senza esclusione di colpi. È quella giocata ieri sera sul campo di via don Casaleggi tra il Real Trezzano e i buccinaschini del Romano banco. In palio il passaggio al secondo turno della Coppa Lombardia.

Il risultato 3 a 0 per i trezzanesi è bugiardo. La gara è stata a lungo in bilico, il risultato più giusto sarebbe stato forse l’1 a zero messo a segno da Bennici su una discesa irrefrenabile lungo la fascia di Kasshim Kha l’esterno destro arrivato quest’anno sulla riva del Naviglio.

Di certo di sono affrontate due squadre che saranno protagoniste del campionato di Seconda categoria che il Real Trezzano punta a vincere, il Romano Banco a fare da guastafeste per le favorite del torneo. Il Trezzano è una formazione solida anche fisicamente con una difesa che appare insuperabile (zero gol incassati in quattro gare tra Coppa Lombardia e campionato) il Romano Banco è squadra sbarazzina, molto agile, manovriera.

Il primo tempo è un susseguirsi di capovolgimenti di fronte con una prevalenza del Romano Banco. I biancoverdi di mister De Falco sono più aggressivi e pressano alto, i gialloneri pronti a ripartire. Si comincia con Migliori che ci prova su punizione, contropiede Trezzano con Andrea Cantatore che tarda il tiro e viene recuperato.

Oltre che tecnicamente piacevole, la partita è combattuta in ogni angolo del campo. Non mancano le ammonizioni. Le apre il Trezzano con  Matteo Puggioni che strattona un avversario ripartito dopo averlo superato. Poi tocca a Luca Galeone. Il Romano Banco si fa vivo dalle parti di Manuele Procacci che respinge un tiro sul secondo palo di Emanuele Zampieri dopo una torre di Gabriele Anselmo.

Testori auto sai adsPoco dopo, sul fronte opposto è Simone Chieppa a impegnare Alessandro Malandra alla fine di un’azione personale: l’esterno  supera tre avversari e tira debolmente. La giostra continua e non c’è un attimo di sosta. Il Romano Banco vicino al vantaggio con Zampieri che colpisce il palo alla destra di Procacci.

I bianco verdi praticano un pressing asfissiante molto alto e qualche volta sbagliano il tempo d’intervento commettendo falli che costano ammonizioni ad Alessandro Eska e a Gabriele Anselmo.

Il secondo tempo si apre con un’occasione per il Trezzano a cui risponde Migliori con tiro da 30 metri che sfiora la traversa. Il Romano Banco segna anche un gol che l’arbitro annulla per fuorigioco pochi secondi prima che Cristian Davide sprechi di testa, a porta spalancata, un’occasionissima da non fallire.

Nella prima parte del secondo tempo, il Trezzano appare in difficoltà. Invece, sornione, colpisce all’improvviso. Una discesa di Kha sulla fascia destra spacca la difesa bianco verde. Bennici detta il passaggio e incrocia sul secondo palo alle spalle dell’incolpevole Malandra.

Il Romano Banco accusa il colpo e perde qualche palla di troppo. L’arbitro prima annulla al Trezzano un gol per un fuorigioco millimetrico poi ne favorisce il raddoppio non vedendo la posizione di Bennici (almeno dieci metri dietro i difensori bianco verdi)che manda in gol Orbani.

Passano cinque minuti e Alessandro Aprea batte un calcio di rigore che dalla tribuna è sembrato molto generoso. Finisce così 3 a 0 con i padroni di casa che festeggiano il passaggio al secondo turno di Coppa Lombardia e gli ospiti che recriminano su due episodi che hanno reso troppo pesante un risultato che, vista la partita, non hanno meritato.

Intanto il Cesano Boscone Idrostar ha battuto per 1 a 0, allo Scirea, il Buccinasco del presidente Franchina relegandolo all’ultimo posto del girone. Ma non è ancora tempo di bilanci. Domenica c’è la seconda giornata di campionato.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

1 commento

  1. Buongiorno, L’allenatore del Romano Banco si chiama De Falco Antonio, non Di Falco.
    Analisi corretta, mi permetto solamente di dirvi che al Real Trezzano non servono titoli del genere per crescere. Nessuno è stato piegato, anzi, sia sul finale del primo tempo che verso la metà del secondo tempo, la partita è stata in pugno al Romano Banco. È mancato il gol al Romano Banco in 3 grandi occasioni. Avendo assistito alla partita, il risultato corretto sarebbe stato il pareggio per pari opportunità offensive.
    L’arbitraggio è stata causa del punteggio finale. Sicuramente, in campionato, in casa del Romano Banco, ci auguriamo lo stesso arbitro, o comunque lo stesso favore ricevuto dal Real Trezzano. Si sbaglia, ma da entrambe le parti, altrimenti è favoreggiamento e, così, torno a giocare anch’io. Grazie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

INZOLI Officina Naviglio Sport Los Locos Ristorante di pesce Voglia di Pizza e Panzerotti Casaforte visionottica Crepaldi Birrificio barba d'oro topcarcusago Victory fashion Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Libas Consumatori Commercialista Livraghi
Commercialista Livraghi INZOLI Officina Naviglio Sport Los Locos Ristorante di pesce Voglia di Pizza e Panzerotti Casaforte visionottica Crepaldi Birrificio barba d'oro Topcarcusago Victory fashion Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Libas Consumatori