lunedì - 14 Giugno 2021
HomeNewsBuccinascoTraffico illecito rifiuti: tra i responsabili esponenti della ‘ndrangheta di Corsico e...

Traffico illecito rifiuti: tra i responsabili esponenti della ‘ndrangheta di Corsico e Buccinasco

Sequestrata una cava: l’indagine è nata da approfondimenti eseguiti sull’operato della società EcolService di via Togliatti a Corsico

corsico-traffico-illecito-di-rifiutiCercavano di abbattere i costi di smaltimento rifiuti con la gestione delle macerie da demolizione, ma sono stati fermati. Oggi i militari dei Nipaaf Carabinieri di Milano e Lodi hanno eseguito 2 arresti domiciliari per “agevolazione di attività a stampo mafioso”, insieme al sequestro delle quote di due società riconducibili alle persone finite agli arresti. In particolare per una delle società è stato disposto il sequestro dell’intero struttura aziendale costituita da una cava e da un impianto di trattamento di rifiuti nella zona sud-ovest di Milano.

victoryfashion-webDalle intercettazioni è emerso come uno dei principali conferitori di rifiuti edili, terre e macerie di un deposito messo sotto sequestro fosse il titolare di alcune ditte riconducibili a personalità di spicco della ‘ndrangheta della “locale di Corsico Buccinasco”. Ed era sempre la stessa persona che aveva rapporti diretti con i responsabili dell’impianto per definire di volta in volta le modalità illecite di conferimento.

Tra le altre cose, sono state sequestrate somme per oltre 354mila euro. Altri tre italiani sono indagati a piede libero, mentre sono in corso perquisizioni nelle abitazioni degli indagati e negli uffici delle società. L’indagine ha permesso di scoprire che la cava utilizzata dagli arrestati fosse utilizzata “da una pluralità di conferitori “abusivi” privi della dovuta iscrizione all’Albo dei gestori ambientali” e da imprese “colpite da interdittiva antimafia”.

L’indagine è nata da approfondimenti eseguiti sull’operato della società EcolService Srl di via Togliatti a Corsico, già coinvolta nella precedente indagine “Mensa dei Poveri” che aveva portato agli arresti del titolare Daniele D’alfonso e di una serie di polirtici tra cui Pietro Tatarella e Fabio Altitonante.

Articolo in aggiornamento

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

Hyperspace visionottica Crepaldi Birrificio barba d'oro Victory fashion Victory fashion Transfrigo Service Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Libas Consumatori Commercialista Livraghi DDN Servizi
Commercialista Livraghi Hyperspace visionottica Crepaldi Birrificio barba d'oro Victory fashion Victory fashion DDN Servizi Auto Testori Sai Transfrigo Service Barcelo Viaggi Libas Consumatori
Libas Consumatori Commercialista Livraghi Hyperspace visionottica Crepaldi Birrificio barba d'oro Victory fashion Victory fashion DDN Servizi Auto Testori Sai Transfrigo Service Barcelo Viaggi