domenica - 1 Agosto 2021
HomePoliticaNon c'è pace per la Polizia locale di Trezzano: nuovo comandante, nuova...

Non c’è pace per la Polizia locale di Trezzano: nuovo comandante, nuova denuncia

Un esposto depositato alla Procura della Repubblica di Milano, solleva dubbi sulla legittimità della sua assunzione

Festa trezzanoNon c’è proprio pace per la Polizia locale di Trezzano. Dopo l’arresto del comandante Furci avvenuto il 13 aprile, il 30 giugno scorso (tre giorni fa) il sindaco Fabio Bottero ha nominato l’ufficiale che ne ha preso il posto. Si tratta di Antonio Festa, da poco più di un anno in organico nella stazione di via Gioia. Il nuovo incarico è di sei mesi: scadrà infatti il 31 Dicembre 2021.

Pubblicita’

banner-engel-volkers La qualità dell'abitareOrbene, un esposto depositato alla Procura della Repubblica di Milano, solleva dubbi sulla legittimità della sua nomina. Il ricorso, presentato il 25 giugno, è stato sottoscritto da tutti i rappresentanti della minoranza in Consiglio comunale. Perché l’assunzione di Festa non sarebbe in regola con le norme che regolano l’assunzione di ufficiali o di dirigenti dell’amministrazione pubblica?

Perché Festa è il compagno di un’agente della stessa Polizia locale. Ci sarebbe quindi un evidente conflitto di interesse? I rappresentanti della minoranza hanno chiesto ai giudici milanesi di sciogliere l’enigma. L’esposto parte dalla decisione della giunta Bottero di modificare il piano triennale del  fabbisogno di personale dell’ente locale. Un piano che non prevedeva assunzioni nelle posizioni di ufficiale di Polizia locale.

Dovrebbe essere stato l’azzeramento dei vertici (l’ex comandante Genna e compagnia bella) dovuto allo scandalo delle auto lasciate per anni nei depositi giudiziari che potrebbero costare alle casse del comune  circa mezzo milione di euro, a rendere (forse) evidente la necessità di individuare un responsabile. La scelta era caduta su Furci. Finito in manette l’ex agente della narcotici della Polizia locale di Milano, il problema si è riproposto.

E così, dopo aver incaricato il segretario comunale di occuparsi di faccende della vigilanza urbana, il trenta Giugno scorso, è arrivata la nomina di Festa. Che, scrivono i ricorrenti “al momento dell’assunzione vedeva la fidanzata convivente lavorare proprio all’interno della Polizia locale di Trezzano, con evidenti conflitti sia nei rapporti lavorativi interpersonali tra i due, sia di potenziale imparzialità nei confronti dei suoi colleghi”.

È normale che i legami affettivi potrebbero condizionare il nuovo comandante da cui dipendono turnazioni, controlli sul lavoro svolto e via via discorrendo. “Sarebbe opportuno – scrivono i ricorrenti – controllare se oltre al rapporto di convivenza tra i due ci sia anche una cointestazione dell’immobile in cui vivono”. Il motivo? Perché qualunque provvedimento disciplinare deciso nei confronti dell’uno, potrebbe nuocere all’altro e quindi provocare da parte di entrambi comportamenti non idonei all’esercizio delle loro funzioni.

Il ricorso presentato alla Procura della Repubblica di Milano, poi chiede il motivo per cui nelle nomine decise dal sindaco Bottero, non siano state valutate altre professionalità già presenti all’interno del corpo della  Polizia locale trezzanese. “Non si capisce – conclude il ricorso – come l’esperienza di molti addetti che hanno passato anni sul territorio sia stata trascurata per scegliere un funzionario (con pochi mesi di  esperienza in questo comune)”. Dopo l’arresto di Furci, di fatto, Festa avrebbe svolto sul campo le funzioni di comandante.

Una scelta mai modificata dagli amministratori trezzanesi che, sempre secondo i rappresentanti della minoranza, avrebbero permesso una “gestione familiare” che sarebbe in contrasto con “i principi di imparzialità e di equidistanza” proprio nella gestione del personale, delle ferie, dei permessi, dei riposi, dell’assegnazione di servizi, delle valutazioni delle performance, e soprattutto nella “relazione con i superiori”. Il ricorso chiede ai giudici se, al momento dell’assunzione di Festa, siano stati valutati tutti gli aspetti ostativi alla sua nomina. Fra qualche tempo sapremo.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

banner ristorante gauguin Pocketnews tecnocasa Cesano Boscone half page Pocketnews Pasini ok 001 Pocketnews bricoman half 1 Pocketnews

PIÙ POPOLARI

Voglia di Pizza e Panzerotti Casaforte visionottica Crepaldi Birrificio barba d'oro Victory fashion Victory fashion Transfrigo Service Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Libas Consumatori Commercialista Livraghi DDN Servizi
Commercialista Livraghi Voglia di Pizza e Panzerotti Casaforte visionottica Crepaldi Birrificio barba d'oro Victory fashion Victory fashion DDN Servizi Auto Testori Sai Transfrigo Service Barcelo Viaggi Libas Consumatori