mercoledì - 18 Maggio 2022
HomeAttualitàKlaus Davi: la ‘ndrangheta è una malattia come il Covid, se non...

Klaus Davi: la ‘ndrangheta è una malattia come il Covid, se non peggio

Una patologia che rischia di diventare endemica nei territori in cui ha messo radici: Buccinasco, Corsico, Cesano e dintorni

klaus-davi“Ben venga il recentissimo arresto di Antonio Barbaro e del figlio Rocco insieme ad altre 11 persone. Mi colpisce però che siamo di fronte a una metastasi di cui non si parla mai, se non in occasione di fatti eclatanti: la mafia è una malattia che è come il Covid, se non peggio”. Torna a parlare di ‘ndrangheta e di Buccinasco, Klaus Davi, il massmediologo che da qualche tempo si occupa di criminalità organizzata e dei suoi effetti, forse dimenticando qualche piccolo particolare.

Lo fa in occasione di un’intervista rilasciata al quotidiano “Il Giorno” e spazia sull’intero fronte ‘ndranghetista e sulla sua penetrazione in Lombardia in generale, nel Sud ovest milanese in particolare. E qual è il comune simbolo della penetrazione dei clan calabresi in questo territorio? Buccinasco, seguito a ruota da Corsico, Cesano. Adesso anche Casorate Primo e dintorni.

“Sono stato – dice – con la telecamera a Buccinasco, dove mi hanno strappato microfono e telecamera, insultandomi, nel bar dei Barbaro-Papalia. Era il 2017. Ancora aspetto il processo. Mentre a marzo avrò un’udienza per essere stato querelato da quelle famiglie. Un’altra scossa l’ha data l’omicidio – avvenuta lo scorso ottobre – di Dum Dum, Paolo Salvaggio, uomo del clan Barbaro e Papalia, proprio a Buccinasco, in pieno giorno”.

“La mia inchiesta sui Barbaro e sui Trimboli, imparentati, risale al 2019 – ricorda Davi- andai a Casorate Primo, perché ero riuscito a individuare la locale di ‘ndrangheta, poi a Platì a casa della famiglia Barbaro. Lì la mia auto fu bersaglio di una pioggia di sassi. Era l’8 gennaio 2020, il lancio di sassi contro l’auto non mi ha intimidito”

“Questi luoghi rappresentano la situazione ideale su cui costruire delle reti. E le figure apicali sono molte di più: quello che è emerso è solo la punta  dell’iceberg. La penetrazione mafiosa è evidente da tantissimo tempo (e qui parte l’accusa ndr) ma la società civile non la contrasta abbastanza: si limita a manifestazioni sporadiche, non c’è continuità. Si ‘risveglia’ quando succede qualcosa. E poi basta”. Qui il massmediologo dimostra di non conoscere perfettamente la realtà locale, almeno quella di Buccinasco.

Probabilmente ha ragione da vendere sulle figure apicali e sui rapporti che la ‘ndrangheta ha stretto con la politica e l’imprenditoria, meno sulle “manifestazioni sporadiche”. Soprattutto a Buccinasco dove ad “ogni stormir di foglie” in odore di ‘ndrangheta, si scatenano i professionisti dell’antimafia, le commissioni antimafia locali, regionali e nazionali con i loro esponenti che in pubblico mostrano il petto al nemico. In privato, qualcuno mostra meno coraggio. Ma tant’è.

L’allarme di Davi sull’indifferenza della società civile nei confronti della mafia è fondato? Forse anche se, a volte, le sue iniziative lasciano sconcertati. Lo scorso novembre, per esempio, è stato condannato per aver diffamato proprio il comune di Buccinasco. L’episodio riguarda una dichiarazione video in cui criticava la decisione del sindaco che lo aveva multato per aver affisso abusivamente manifesti dissacratori nei riguardi del super boss della Ndrangheta Rocco Papalia.

Sulle sue disavventure giudiziarie il massmediologo minimizza. “Sono – dice – incidenti sul lavoro che bisogna mettere in conto, soprattutto se si va in avanscoperta, due, tre, quattro anni prima che i fatti emergano. Questa gente ti fa causa. Ma l’alternativa qual è? Sottostare alle regole dei prepotenti (è affiorato anche in occasione degli ultimi arresti come gli uomini del clan intimidissero i loro debitori) e non fare cultura?”.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

INZOLI Officina Naviglio Sport visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Maiorana rimozione tatuaggi Barcelo Viaggi Commercialista Livraghi
Commercialista Livraghi INZOLI Officina Naviglio Sport Maiorana rimozione tatuaggi visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi