mercoledì - 29 Giugno 2022
HomeNewsBuccinascoConcluse le finali play off, il Romano Banco dovrà aspettare luglio per...

Concluse le finali play off, il Romano Banco dovrà aspettare luglio per la promozione ufficiale in Prima categoria

La sconfitta giunta al ’96 costa ai buccinaschini il salto di categoria immediato. Annullato un gol ad Andrea Bevini che avrebbe potuto cambiare la storia di questa finale

zanicak
Nella foto, la festa dei giocatori dello Zanica dopo la vittoria del triangolare per la promozione in Prima categoria

Si è concluso con la sconfitta del Romano Banco per 3 a 2 al ’95, il triangolare delle finaliste dei play off del campionato di Seconda categoria. Se avessero vinto o pareggiato, i buccinaschini sarebbero entrati nella graduatoria A per la promozione in Prima categoria, con la sconfitta dovranno aspettare sino al prossimo luglio per vedersi confermare il salto di categoria. Non dovrebbero esserci problemi perché i posti disponibili sono molti, ma toccando ferro, se avessero vinto sarebbe stato meglio (Lapalisse docet).

Quella giocata a Buccinasco sul campo di via Manzoni è stata una partita bellissima, ricca di gol, di gioco, di episodi che hanno fatto fatto pendere l’ago della bilancia ora verso gli uni, ora verso gli altri contendenti. In sostanza si sono affrontate due squadre forti che meritano entrambe la vetrina del campionato di Prima categoria.

I biancoverdi di mister De Falco sono passati quasi subito in vantaggio con un gol di Davide Sestagalli che ha chiuso in rete di testa un ottimo cross di Jacopo Musazzi. Poi per i buccinaschini sono cominciati 20 minuti di sofferenza, venti minuti in cui il Zanica ha prima siglato il pareggio poi il sorpasso portandosi sul 2 a 1 con una doppietta di Mauro Damminelli. Entrambe le reti sono arrivate da traversoni successivi a sfondamenti sulla sinistra dei padroni di casa.

Il primo tempo si è chiuso con un gol annullato ad Andrea Bevini che avrebbe potuto cambiare la storia di questa finale. La prima mezz’ora del secondo tempo ha visto comunque i biancoverdi riversarsi nella metà campo dei bergamaschi alla ricerca del pareggio. Una grande reazione coronata da un rigore che Musazzi ha insaccato con sicurezza. Sul 2 a 2, la gara è vissuta su continui capovolgimenti di fronte. Il pareggio o la vittoria, come detto, avrebbe assicurato ai buccinaschini l’accesso matematico alla Prima categoria.

Ed era quasi fatta, se l’arbitro non avesse concesso sei minuti di recupero. Le fatiche della battaglia sostenuta solo mercoledì contro il Vailate sotto una specie di diluvio universale, hanno pesato sulle gambe dei ragazzi del presidente Villani. Al ’95, sul suono della sirena, il rossoblù Fabio Panseri ha messo a segno il gol del sorpasso, della partita e della classifica.

Se la promozione arriverà con i ripescaggi di luglio, tutto passerà in secondo piano. Però vale la pena di ricordare a chi ha deciso di far giocare ai buccinaschini appena tre giorni dopo la partita con il Vailate, il principio delle pari opportunità. Hanno dovuto affrontare avversari ben riposati, che non scendevano in campo in una gara ufficiale dallo scorso 2 giugno. Una disparità di trattamento che lascia perplessi.
Seguici sulla nostra pagina Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

INZOLI Officina Naviglio Sport visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Maiorana rimozione tatuaggi Barcelo Viaggi Commercialista Livraghi
Commercialista Livraghi INZOLI Officina Naviglio Sport Maiorana rimozione tatuaggi visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi