lunedì - 25 Ottobre 2021
HomeAttualitàAsilo nido: sorpreso uno sconosciuto all’interno del giardino dove giocano i bambini

Asilo nido: sorpreso uno sconosciuto all’interno del giardino dove giocano i bambini

L’uomo era nascosto dentro la casetta della Chicco e stava smaltendo i fumi di una colossale ubriacatura

Trezzano-sconosciuto-all'asilo-nidoAsilo nido in subbuglio, questa mattina a Trezzano. Un mamma che aveva appena accompagnato il figlio di due anni, ha scoperto nel giardino dove giocano i bambini uno sconosciuto: dormiva all’interno della casetta Chicco utilizzata dai più piccoli. Immediatamente è scattato l’allarme, sul posto sono arrivati i carabinieri e, poco dopo, la polizia locale. I militari hanno fermato l’uomo e lo hanno condotto in caserma per identificarlo.

topcar service cusagoTutto è iniziato attorno alle 7,30, quando Teresa Nigro, 32 anni, ha accompagnato, come tutte le mattine, il figlio di 2 anni al nido. Appena entrato, il bimbo si è diretto in giardino e ha puntato direttamente ai giochi. La mamma lo ha seguito per riprenderlo e riconsegnarlo alle educatrici.

Mentre lo prendeva in braccio si è accorta che nella casetta della Chicco c’era qualcuno. Ha subito allertato una delle addette che ha chiamato la responsabile della struttura. Sono stati avvisati anche i carabinieri e la polizia locale.

Tra lo sconcerto e le preoccupazioni di decine di mamme, i militari sono arrivati e hanno bloccato lo sconosciuto. Poi lo hanno portato in caserma per capire chi sia e che cosa facesse all’interno dell’asilo nido. Secondo alcuni testimoni abiterebbe a Trezzano e avrebbe una serie di problemi psicologici provocati da alcoolismo, secondo altri non sarebbe affatto pericoloso.

Lo sconcerto tra le mamme, però, è aumentato quando hanno scoperto che non ci sarebbe un allarme perimetrale a protezione del giardino. Ci sarebbe un sistema, ma solo a tutela dell’edificio. Teresa Nigro ha detto a pocketnews.it: “Io e le altre mamme pretendiamo che vengano installati tutti i sistemi di sicurezza previsti dalla legge per le strutture come quella cui affidiamo i nostri figli. Qui manca anche la videosorveglianza”.

transfrigo-sevice-banner-ok“Sarebbe potuto succedere qualsiasi cosa – ha proseguito -. Non sappiamo chi sia, non sappiamo che problemi abbia. Potrebbe essere un poveraccio ma anche pericoloso per l’incolumità dei nostri figli. Che devono essere tutelati da noi, ma anche dalle persone e strutture che frequentano”.

Alla voce di Teresa Nigro si è aggiunta anche quella di F. G. madre di un bimbo di due anni e mezzo. “È un episodio sconvolgente – ha commentato – un episodio che mostra i limiti di un sistema di sicurezza che non funziona. Cosa sarebbe successo se, come gli altri giorni, tutti i bambini fossero andati in giardino e si fossero trovati di fronte questo individuo? Quali reazione avrebbero avuto? Cosa avrebbe fatto, in quel caso, lo sconosciuto?”

“Non posso andare a lavorare – ha poi concluso – con il pensiero che mio figlio non sia al sicuro. È una sensazione inquietante che non voglio vivere”. A tranquillizzare le mamme, è arrivata una nota dei carabinieri secondo la quale, l’uomo che ha allarmato un’intera comunità di genitori sarebbe uno straniero con regolare permesso di soggiorno che si sarebbe ubriacato addormentandosi all’interno della casetta del giardino della scuola. Non sarebbe pericoloso. Resta però una domanda: come ha fatto ad introdursi nella struttura?

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

INZOLI Officina Naviglio Sport Los Locos Ristorante di pesce Voglia di Pizza e Panzerotti Casaforte visionottica Crepaldi Birrificio barba d'oro topcarcusago Victory fashion Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Libas Consumatori Commercialista Livraghi
Commercialista Livraghi INZOLI Officina Naviglio Sport Los Locos Ristorante di pesce Voglia di Pizza e Panzerotti Casaforte visionottica Crepaldi Birrificio barba d'oro Topcarcusago Victory fashion Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Libas Consumatori