venerdì - 21 Gennaio 2022
HomeCronacaPotrebbe essere di Rozzano uno degli aggressori delle ragazze la notte di...

Potrebbe essere di Rozzano uno degli aggressori delle ragazze la notte di Capodanno in Piazza Duomo

La sua casa è stata perquisita da agenti della polizia a caccia degli indumenti che i molestatori indossavano la sera dell’ultimo dell’anno

branco-in-piazza-duomok
La polizia non esclude che possano esserci altre vittime oltre alle 9 ragazze palpeggiate nel corso dei
festeggiamenti per il capodanno in piazza Duomo, a Milano

Potrebbe essere di Rozzano uno degli aggressori delle ragazze la notte di Capodanno in Piazza Duomo. Questa mattina, infatti, la sua casa è stata perquisita da agenti della polizia a caccia degli indumenti che i molestatori indossavano e dei telefonini con i quali gli stessi molestatori avrebbero postato sui social le loro “imprese”.

Non si esclude inoltre che possano esserci altre vittime oltre alle 9 ragazze palpeggiate nel corso dei festeggiamenti dell’ultimo dell’anno in piazza Duomo, a Milano. A ribadirlo sono gli investigatori della Squadra mobile, guidati da Marco Calì, che stamattina hanno eseguito una serie di perquisizioni in Lombardia (7 a Milano, una per l’appunto a Rozzano, una a Bergamo) e 9 a Torino nei confronti di 18 persone, tutte giovanissime o minorenni. Di questi, 10 sono italiani e gli altri nordafricani (leggi qui l’articolo).

L’obiettivo era trovare gli abiti utilizzati dai potenziali aggressori durante gli episodi, alcuni dei quali filmati dalle telecamere. Al sospettato residente a Rozzano, come a tutti gli altri, sono stati portati via anche i cellulari. “Non c’è nessuna regia dietro, sono ragazzi di gruppi diversi”, ha spiegato il capo della Mobile, Cali’. Secondo quanto ricostruito finora, il “gruppo” dei 9 di Torino ha raggiunto piazza del Duomo in autonomia e solo lì ha incontrato gli altri ragazzi, unendo le forze in un’unica compagnia.

Le prime vittime, in ordine di tempo, sono state le due ragazze tedesche aggredite in piena piazza, come mostrato dalle immagini filmate. Poi è toccato alla 19enne italiana con un giubbotto rosso aggredita davanti al McDonald’s. Ha raccontato che all’inizio pensava fosse una rapina e ha allungato la sua borsetta al gruppo che in realtà l’ha molestata fino a strapparle i vestiti in diversi punti.

In quel momento sono intervenute due amiche della ragazza, che hanno subìto lo stesso trattamento e hanno denunciato il giorno successivo. Poco dopo, attorno alle 00.45, un’altra giovane che si trovava in galleria Vittorio Emanuele II è stata prima rapinata del cellulare e poi palpeggiata. Anche in questo caso 3 amiche hanno tentato di aiutarla ma sono state molestate dal gruppo.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

INZOLI Officina Naviglio Sport Los Locos Ristorante di pesce Voglia di Pizza e Panzerotti visionottica Crepaldi Birrificio barba d'oro topcarcusago Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Commercialista Livraghi
Commercialista Livraghi INZOLI Officina Naviglio Sport Los Locos Ristorante di pesce Voglia di Pizza e Panzerotti visionottica Crepaldi Birrificio barba d'oro Topcarcusago Auto Testori Sai Barcelo Viaggi