martedì - 31 Gennaio 2023
HomeAttualitàPasti freddi a mensa? Non trova pace la refezione a Buccinasco

Pasti freddi a mensa? Non trova pace la refezione a Buccinasco

Sulla questione interviene anche la commissione mensa che ha tentato di fare chiarezza sulle procedure adottate durante la refezione scolastica

Dopo le banane “troppo mature”, gli orari di prelievo dei bambini incompatibili con l’uscita di lavoro di molti genitori, le mense di Buccinasco sono ancora al centro di discussioni. L’ultima questione denunciata riguarda la temperatura con la quale vengono serviti i pasti a bambini in età prescolare e scolare, e la loro quantità. “Sono freddi e spesso insufficienti da soddisfare l’appetito dei nostri figli” è la versione dei genitori.

La questione è rimasta per così dire “sospesa (da una parte i parenti dei bambini, dall’altra addette e addetti alle mense) sino a quando non è scesa in campo la Commissione mensa che ha dato una sua versione delle procedure adottate durante la refezione scolastica.

“Viste le diverse segnalazioni sul cibo servito “freddo” ci teniamo a chiarire con tutte le famiglie quello che sta accadendo. – è il preambolo – Nell’ambito scolastico le misure di prevenzione e contenimento della diffusione del Covid-19 sono contenute in un protocollo emanato dal Ministero, a cui tutte le scuole devono attenersi, così come le società di ristorazione che vi lavorano.

“La regola principale – prosegue – è che i locali devono essere costantemente e adeguatamente aerati, infatti i vostri figli vi avranno detto che le finestre sono sempre aperte o che viene cambiata l’aria almeno ogni 50 minuti. Questo pur indossando la mascherina! All’ora di pranzo, le finestre vanno aperte a prescindere, sole o neve non importa, perché gli studenti devono togliere la mascherina e in quel momento il rischio di contagio aumenta”.

“Quando vengono scoperchiati i contenitori termici, – qui affronta il nocciolo della questione – i cibi sono letteralmente fumanti, abbiamo scattato foto e abbiamo rilevato le temperature (circa 70^C). Ora, tra servire tutti i bambini e il momento in cui si siedono passa un certo lasso di tempo, soprattutto per quelli che devono pranzare in classe, che attendono in corridoio finché tutti i banchi siano apparecchiati e le commesse siano uscite, tutto questo sempre a finestre aperte!”

“Il cibo – è la sottolineatura – non è freddo quando iniziano a pranzare, ma sicuramente tiepido, non può più essere caldo, fate una prova a casa. Considerate che gli unici alimenti che rimangono caldi più a lungo sono quelli che contengono brodo, ma non si possono più distribuire pasti liquidi perché pericolosi per chi li consuma in aula (può rovesciarsi e fare disastri che potete immaginare, con conseguente sospensione del pranzo perché le inservienti non possono più entrare in classe se ci sono i bambini).”

“Detto questo, – è la conclusione – ogni considerazione personale sul fatto che tanto i bambini si passano gli oggetti, giocano attaccati eccetta, è assolutamente irrilevante, perché protocolli e linee guida vanno osservati alla lettera, diversamente scatterebbero provvedimenti seri nei confronti di chi non li applica o non li fa applicare”.

La puntualizzazione della commissione mensa però non ha tranquillizzato gli animi. “Intanto – dicono i genitori – conferma che i pasti vengono serviti freddi: definire tiepido quel che si mette nel piatto è un eufemismo considerato il tempo che trascorre tra l’apertura dei contenitori che lo conservano e l’inizio del pasto”.

“Nessun cenno poi sulle quantità – sottolineano alcuni – Intanto ci sono bambini che all’uscita da scuola, invece di fare merenda vogliono anticipare la cena”. Altri invece sono preoccupati per chi è impegnato in qualche attività sportiva o religiosa (tra qualche giorno avrà inizio il catechismo) e non ha tempo di tornare a casa per uno spuntino. Si dovrà accontentare di “schifezze confezionate” incompatibili con una corretta alimentazione?

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

Davenia Ocean Poke Ortopedia SC La Family Birrificio barba d'oro INZOLI Officina Naviglio Sport visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Commercialista Livraghi
Davenia Ocean Poke Commercialista Livraghi Ortopedia SC Birrificio barba d'oro INZOLI Officina Naviglio Sport visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi