mercoledì - 21 Aprile 2021
HomeAttualitàCesano e Trezzano, lenzuola ai balconi per dire di no alle mafie

Cesano e Trezzano, lenzuola ai balconi per dire di no alle mafie

Per ricordare e rinnovare la memoria di chi è stato ucciso dalle mafie e ribadire l’impegno per la difesa della legalità

Cesano-LenzuoliamoAnche i comuni di Cesano Boscone e Trezzano hanno aderito all’iniziativa del 21 marzo, Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, proposta dall’associazione Libera, che consiste nell’adottare simbolicamente una o più vittime e poi scriverne il nome e cognome al centro di un lenzuolo bianco.

A Trezzano oltre ad aver adottato dieci lenzuola con i nomi delle vittime, il
Consiglio comunale delle Ragazze e dei Ragazzi ha realizzato un manifesto con
disegni e pensieri sulla lotta alle mafie. Domani alle 11 sulla pagina Facebook del
Comune sarà trasmessa la lettura dei 1033 cittadini innocenti uccisi dalla criminalità
organizzata.

PUBBLICITA’

half banner Testori-unipolsai-001Sulla facciata della sede del Comune di Cesano, invece, sono comparsi questa mattina tre lenzuola sui quali campeggiano i nomi diRita Atria, diciassettenne testimone di giustizia che si è tolta la vita dopo la strage di via D’Amelio,  Domenico Calviello, ragazzo di soli quattordici anni ucciso davanti alla macelleria di suo padre in provincia di Taranto, e Domenico Pacilio, imprenditore assassinato nel casertano da tre killer della camorra.

Dopo l’intitolazione della Sala consiliare al sindaco di Pollica Angelo Vassallo e a tutte le vittime di mafie, decisa dal Consiglio comunale di Trezzano la scorsa settimana, l’Amministrazione comunale ha organizzato una serie di iniziative, a cui la cittadinanza potrà partecipare “virtualmente”, attraverso la pagina Facebook del Comune e la piattaforma digitale scuolacreativavirtuale.org.

“Invito le cesanesi e i cesanesi a partecipare a questa bellissima iniziativa di Libera” – ha dichiarato il sindaco Simone Negri – per dare voce alle storie di donne e uomini coraggiosi, che le mafie hanno provato a zittire. Oggi c’è ancora tanto bisogno di coraggio e responsabilità per continuare a lottare contro il cancro della criminalità organizzata che, purtroppo, minaccia le nostre istituzioni e la legalità”.

“Aderiamo all’iniziativa di Libera – ha spiegato il sindaco di Trezzano Fabio Bottero – per ricordare e rinnovare la memoria di chi è stato ucciso dalle mafie e ribadire il nostro impegno per la difesa della legalità. Invitiamo la cittadinanza a seguirci su Facebook, purtroppo in questo momento non possiamo ritrovarci fisicamente tutti insieme ma insieme possiamo far sentire la nostra presenza e la nostra vicinanza”. insieme ma insieme possiamo far sentire la nostra presenza e la nostra vicinanza”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

Victory fashion Transfrigo Service Transfrigo Service Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Libas Consumatori Commercialista Livraghi DDN Servizi
Commercialista Livraghi Victory fashion DDN Servizi Auto Testori Sai Transfrigo Service Transfrigo Service Barcelo Viaggi Libas Consumatori
Libas Consumatori Commercialista Livraghi Victory fashion DDN Servizi Auto Testori Sai Transfrigo Service Transfrigo Service Barcelo Viaggi