giovedì - 28 Ottobre 2021
HomeNewsAssagoAnziani costretti a spostarsi per vaccinarsi, Negri riaccende la miccia delle polemiche con...

Anziani costretti a spostarsi per vaccinarsi, Negri riaccende la miccia delle polemiche con la Regione

Denunciato il caos nei centri vaccinali con over 80 costretti a lunghe trasferte per ricevere la propria dose di antivirus

vaccinazione-over-80-polemiche“In queste ore, come sindaci, stiamo ricevendo numerose segnalazioni dai nostri anziani a cui arrivano sms che li indirizzano in sedi vaccinali in comuni diversi da quelli di residenza – ha denunciato Simone Negri sindaco di Cesano Boscone, responsabile dei sindaci del Pd Milano Metropolitana.

Ad box Roberta Livraghi 300x 250“Nel Comune dove sono sindaco, Cesano Boscone, – ha sottolineato Negri – ieri sono iniziate le prime vaccinazioni agli over 80 e ho potuto verificare io stesso questo problema: decine di anziane e anziani, molti con difficoltà di deambulazione, arrivavano da Vimodrone, esattamente dall’altra parte di Milano rispetto a Cesano, Segrate e Opera”.

“Contestualmente – ha continuato – apprendo che diversi cesanensi stanno ricevendo sms da Regione che li spedisce a Pieve Emanuele o Rozzano, dove arrivano anche cittadini provenienti da Segrate. Come sindaci abbiamo fatto il possibile, nell’ottica di proporre ad Ats strutture vaccinali affinché i nostri anziani non fossero costretti a percorrere lunghi tragitti per vaccinarsi, come è possibile tutto questo? Regione Lombardia chieda maggiore collaborazione ai Comuni, saremmo ben contenti di poter lavorare in sinergia”.

I dati sono noti. A dieci giorni dall’avvio della campagna di vaccinazioni per gli over 80 in Lombardia avevano aderito 543.477 persone su una platea di 720mila in questa fascia di età. Un risultato significativo. Un risultato che è frutto della consapevolezza maturata nella regione italiana più colpita dal Coronavirus con oltre 28mila morti.

Ma a un livello di adesione così alto non corrisponde, per il momento, una altrettanto elevata capacità di somministrare le dosi disponibili. Nei giorni scorsi avevano ricevuto la prima dose di vaccino anti-Covid circa sei mila anziani a cui se ne sono aggiunti qualche centinaio che hanno ricevuto la seconda dose. Dall’inizio della campagna sono state somministrate complessivamente settantamila dosi agli over 80.

Perché ancora oggi le vaccinazioni viaggiano a un ritmo rallentato (circa 6mila al giorno) a fronte di adesioni così alte? Secondo i vertici regionali, il principale problema, che affligge tutti i paesi europei, è quello della scarsità di dosi a disposizione. In attesa di sapere se la strategia nazionale virerà sull’utilizzo di una sola dose per paziente, è necessario tenere le scorte per le seconde dosi.

Le prenotazioni vengono comunicate mano a mano in base alla disponibilità di dosi, ma i numeri sono quelli che sono: per vaccinare tutti i prenotati (finora, ma l’auspicio è che aumentino fino a coprire tutto il target) al ritmo tenuto nei primi dieci giorni ci vorrebbero 90 giorni. Arrivando in questo modo ben oltre i termini previsti dal piano regionale, che poneva come scadenza la fine di marzo.

Con le esternazioni di Negri sono riscoppiate e stanno montando le polemiche: anziani con problemi costretti a lunghi spostamenti, prenotazioni che non rispettano le richieste. Alla necessità di tutelare la salute si è affiancata la guerra, perché di guerra si tratta, politica. In campo è scesa anche la segreteria provinciale del Pd che ha diffuso un duro comunicato sulla vicenda.

“Ci risiamo – ha scritto la segretaria metropolitana Silvia Roggiani – che senso hanno questi spostamenti?  E’ inammissibile costringere anziani fragili a percorrere quasi 40 km per vaccinarsi, tanto più perché parliamo di persone molto spesso costrette a spostarsi con i mezzi pubblici”.  La replica: “Li chiamiamo secondo le urgenze e li mandiamo dove i vaccini ci sono”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

INZOLI Officina Naviglio Sport Los Locos Ristorante di pesce Voglia di Pizza e Panzerotti Casaforte visionottica Crepaldi Birrificio barba d'oro topcarcusago Victory fashion Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Libas Consumatori Commercialista Livraghi
Commercialista Livraghi INZOLI Officina Naviglio Sport Los Locos Ristorante di pesce Voglia di Pizza e Panzerotti Casaforte visionottica Crepaldi Birrificio barba d'oro Topcarcusago Victory fashion Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Libas Consumatori