mercoledì - 29 Giugno 2022
HomeAttualitàTrezzano investe 450mila euro nel parcheggio della discordia

Trezzano investe 450mila euro nel parcheggio della discordia

L’obiettivo è trasformare il parco che si trova tra la via Treves, via Rimembranze e via Galimberti in un posteggio per auto

La delibera è dello scorso 10 luglio ma è riemersa dalla montagna di documenti comunali solo nei giorni scorsi. Il documento prevede una spesa di 450mila euro. Per fare cosa? Trasformare il parco che si trova tra via Treves, via Rimembranze  e via Galimberti, nel cuore di Trezzano, in un parcheggio.

Si tratta di un’oasi verde che si trova a ridosso del trafficatissimo viale Indipendenza che già paga un consistente tributo all’inquinamento da traffico veicolare. E contribuisce secondo chi è contrario all’operazione “a mitigare le condizioni ambientali di una zona tra le più inquinate di Trezzano.

sponsorizzato da:

Musica diversa invece tra coloro che l’hanno proposta, la giunta comunale trezzanese, secondo la quale si tratta di un atto che punta alla “ valorizzazione, alla conservazione e dell’incremento dell’offerta dei servizi relativa alle proprie infrastrutture”.  L’obiettivo sarebbe “ una migliore fruizione da parte dei cittadini dell’area che si trova tra via Treves, via Rimembranze  e via Galimberti, in ordine alla sua accessibilità pedonale, veicolare, ciclabile e ambientale”

Trasformare un parco in un parcheggio porterebbe a una “migliore fruizione dell’area”? Secondo chi l’ha proposta sì perché “ l’area svolge la funzione di connessione tra le aree nord e sud della città e vede la presenza di in prossimità di numerose strutture pubbliche tra cui la stazione ferroviaria e obiettivo dell’Amministrazione è la creazione di un sistema di parcheggi in grado di servire i diversi poli pubblici tra cui municipio, scuole, chiesa, oratorio, cimitero, stazione ferroviaria”.

 Di opinione diametralmente opposta è la posizione del M5stelle che tramite la capogruppo in Consiglio comunale, Villa Zina,  che accusa: “Questa amministrazione che sin dal 2014 proclamava nel suo programma zero consumo di suolo non si fa certo scrupoli a sacrificare un importante polmone verde in nome di… un parcheggio”.

 E a supporto della sua tesi la snocciola numeri che dovrebbero far riflettere. Dice infatti: “Basti pensare che a 150metri di distanza, subito dopo il sottopasso della ferrovia  c’è il parcheggio quasi inutilizzato di via Curiel (213 posti) e praticamente dall’altro lato della strada c’è il parcheggio di via Croce (60 posti) senza contare il parcheggio adiacente la chiesa di San Ambrogio (una trentina di posti)”.

 Come andrà a finire la querelle? L’amministrazione conferma che l’obiettivo “è la riqualificazione dei percorsi ciclo pedonali dell’asse Nord Sud – in continuità con la sistemazione già attuata in passato della via Rimembranze – e la riqualificazione del sistema verde che dovrà armonicamente coesistere con questo e dovrà essere pienamente fruibile con percorsi e attrezzature tra cui arredo urbano ed illuminazione pubblica”

I cinque stelle ribadiscono di voler difendere l’ambiente e ogni area verde oggi disponibile sul territorio e di essere contrari a qualsiasi abbattimento di alberi che da decenni mitigano l’inquinamento a Trezzano. Sottolineano come il verde pubblico vada mantenuto e non eliminato , soprattutto se si devono spendere 450mila euro di soldi pubblici.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

INZOLI Officina Naviglio Sport visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Maiorana rimozione tatuaggi Barcelo Viaggi Commercialista Livraghi
Commercialista Livraghi INZOLI Officina Naviglio Sport Maiorana rimozione tatuaggi visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi