mercoledì - 18 Maggio 2022
HomeNewsBuccinascoIl Romano Banco si ferma a due passi dalla promozione diretta in...

Il Romano Banco si ferma a due passi dalla promozione diretta in Prima categoria

Ieri ibiancoverdi hanno battuto il Muggiano per 2 a 1 con due reti dei fratelli Belfi (Marco nella foto) ma c’è l’impressione che il “feeling” tra società e mister non sia ai massimi livelli

belfi
Nella foto, Marco Belfi autore del gol che ha aperto le marcature nella gara giocata con il Muggiano

Due punti. Solo due punti in più e il Romano Banco avrebbe conquistato la promozione diretta in Prima categoria. C’è rammarico, ma anche orgoglio per un risultato storico: quello di questa stagione è il migliore piazzamento della società da quando disputa il campionato dilettanti. Certo, qualche anno fa aveva conquistato la promozione, ma quel traguardo era stato raggiunto ai play off, dopo che la squadra si era piazzata terza. Questa volta è salita sul secondo gradino più alto del podio, a due soli punti (appunto) dalla vetta.

L’ultima gara della “regular season” si è disputata ieri sul campo di via Emilia. I biancoverdi hanno battuto il Muggiano per 2 a 1 condannandolo ai “play out” e dando una grossa mano alla salvezza diretta del Cesano Boscone. Le firme sotto i gol della vittoria sono quelle di Simone e Marco Belfi, fratelli di sangue e di maglia. Con Marco Belfi, sono 15 i giocatori buccinaschini che hanno segnato almeno una rete questa stagione, una vera e propria cooperativa del gol.

“Certo, c’è rammarico – ha confessato a pocketnews.it il mister del biancoverdi Antonio De Falco – ma non è dipeso dai ragazzi. Loro hanno fatto tanto, io li ho tenuti sulla corda. Il lavoro fatto è evidente eppure c’è chi critica: o è invidioso o è incompetente. Non avremmo potuto fare di meglio: ogni domenica siamo scesi in campo con 3 o 4 2001, oppure 2002 e financo 2005”.

Che cosa è mancato allora? È stato un campionato combattutissimo, rimasto incerto sino alle ultime giornate. Il Romano Banco non è la squadra più forte, ma ha avuto l’opportunità di “ammazzarlo”. Giusto un mese fa, alcuni passi falsi ne hanno compromesso l’esito. Normale flessione? Forse ma sono in molti ad essere convinti che se ci fosse stato maggiore unione d’intenti, il traguardo sarebbe stato raggiunto.

Adesso la testa va ai play off e alla preparazione della prossima stagione. C’è ancora la possibilità di centrare un traguardo importante ma c’è l’impressione che il feeling tra società e mister non sia ai massimi livelli. “Di certo – osserva con un filo di amarezza De Falco – mi aspettavo maggior entusiasmo e riconoscenza per quel che questi ragazzi e il sottoscritto hanno fatto. Loro hanno dato tanto e io sono legato a loro. Dipendesse da me resterei ma…”

Ma… a causa degli infortuni la rosa si è ridotta a quindici unità, un numero insufficiente per preparare al meglio i play off. Il bello è che qualcuno si sarebbe rifiutato di integrare la squadra con giocatori della Juniores o degli Allievi. Assurdo, ma se fosse vero…

Seguici sulla nostra pagina Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

INZOLI Officina Naviglio Sport visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Maiorana rimozione tatuaggi Barcelo Viaggi Commercialista Livraghi
Commercialista Livraghi INZOLI Officina Naviglio Sport Maiorana rimozione tatuaggi visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi