giovedì - 30 Maggio 2024
HomeAttualitàGaggiano: la ricerca del nuovo comandante della polizia locale diventa un pasticcio,...

Gaggiano: la ricerca del nuovo comandante della polizia locale diventa un pasticcio, anzi un “pasticciaccio”

Il “caso” sta provocando forti malumori tra agenti e ufficiali già in organico che sollevano dubbi sulla procedura adottata

polizia-locaale-gaggiano

 

Potrebbe rivelarsi un pasticcio, anzi un “pasticciaccio” per dirla alla Carlo Emilio Gadda, la ricerca del nuovo comandante della polizia locale di Gaggiano e del consorzio dei Fontanili che comprende nove comuni dell’Abbiatense. Un pasticciaccio che sta provocando forti malumori tra agenti e ufficiali già in organico. E sì, perché dopo il pensionamento di Stefano Volpato, invece di bandire un concorso per la ricerca di un nuovo comandante, o di nominarne uno scegliendo tra i sei ufficiali che già compongono lo stato maggiore della polizia locale, è stato deciso di bandire un concorso per la ricerca di un settimo ufficiale!

Il decreto

La scelta è stata ufficializzata con un “decreto” dello scorso 2 maggio con il quale, nonostante una sentenza del Consiglio di Stato vieti di affidare a funzionari estranei alla polizia locale compiti di comando, l’incarico è stato assegnato, temporaneamente e sino al 31 maggio, al segretario dell’Unione dei comuni dei Fontanili. Quella che è interessante è la premessa del decreto. Si parla di una “istruttoria per la mobilità volontaria esterna” iniziata nello scorso marzo, per un posto di ufficiale. Di ufficiale, non di comandante!

Domande senza risposte

A cosa serve un settimo ufficiale, se ce ne sono già sei? L’obiettivo non è trovare il nuovo comandante? Le domande, che non hanno ricevuto risposte, se le sono poste agenti e funzionari che, naturalmente, preferirebbero che il nuovo responsabile fosse scelto tra di loro. Anche perché cinque sono stati già comandanti e quindi hanno l’esperienza per poter svolgere al meglio l’incarico, conoscono il territorio e tutto quello che c’è da sapere. Invece circola il sospetto che la procedura sia stata ideata per orientare la scelta. Verso chi?

Le rinunce

Al bando di mobilità hanno partecipato quattro candidati. Peccato che subito dopo, tre abbiano rinunciato. Due, di Pavia e Treviglio, non hanno ottenuto il nullaosta dai rispettivi enti locali, il terzo è già comandante in un comune che confina con Gaggiano e, sentiti gli umori, ha preferito girare alla larga e rimanere al suo posto. L’unico rimasto in gara è il figlio di Volpato, responsabile della polizia locale di Basilio. E sono molte le domande che agenti e ufficiali si pongono: “è mai possibile che il figlio dell’ex comandante lasci una posizione ben retribuita (si parla dai 12mila ai 18mila euro in più) per concorrere a una posizione inferiore, come grado e stipendio?”, e poi: “è possibile che gli sia stato promesso il posto che per due anni e mezzo è stato di suo padre?” “Se è così, perché verrebbe assunto come ufficiale?”, “Non sarebbe stato più trasparente bandire un concorso per comandante che avrebbe permesso la partecipazione di più candidati?”

La leggenda

Alcuni quesiti sono stati sollevati durante una riunione tenutasi nei giorni scorsi tra gli ufficiali in organico e il segretario facente funzione di comandante protempore. Una riunione definita da chi vi ha partecipato “molto tesa”. La posizione espressa dagli ufficiali è stata netta: “Se hai bisogno di un comandante, non prendi un altro ufficiale”. A condire una situazione non proprio idilliaca ha preso a circolare, per Gaggiano e dintorni, una leggenda metropolitana che riportiamo trattandola per quel che è: una leggenda, appunto. Narra di una cena tra alcuni responsabili delle polizie locali del territorio in cui si sarebbe deciso di “assegnare” il comando di un paio di comuni a un paio di figli di…. (la storia continua)

Seguici sulla nostra pagina Facebook

condividi

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

Sbruzzi Birrificio Barba D'Oro ortopedia INZOLI Officina Naviglio Sport Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Commercialista Livraghi
Sbruzzi Birrificio Barba D'Oro ortopedia Commercialista Livraghi INZOLI Officina Naviglio Sport Auto Testori Sai Barcelo Viaggi