mercoledì - 18 Maggio 2022
HomeAttualitàÈ di Trezzano il papà delle Sneaker, scarpe vegan di lusso che...

È di Trezzano il papà delle Sneaker, scarpe vegan di lusso che si rigenerano

Si chiama Enrico De Marco fondatore della Coronet, una azienda che, da quando è nata, si dedica alla produzione delle pelli sintetiche derivate da cereali

yatay ok
Nella foto, le così sneaker prodotte esclusivamente con derivati dai cereali, con sottopiedi realizzati con resina derivata da pneumatici riciclati

Quella del riciclo è una tendenza che le griffe del lusso stanno cavalcando in grande stile. In un mercato che entro il 2027 raggiungerà 1095,6 miliardi di dollari sta trovando grande spazio la Yatay, azienda nata da una costola della Coronet, che porta nel mondo sneaker di fascia alta in “simil pelle”. Quelle di Coronet e Yatay sono due storie di eccellenze del territorio che val la pena raccontare.

L’inizio è nel 1967 sull’asse Trezzano-Corsico. In quell’anno, Enrico De Marco 27enne di Trezzano fonda, in un laboratorio di Corsico, “Coronet”. Si tratta di una azienda che si dedica alla produzione delle prime pelli sintetiche. Crescerà così tanto da essere venduta, nel 2002, per 80 milioni di euro. Storia finita? Il passaggio di mano è solo una tappa. Nel 2008, infatti, dopo un periodo di crisi, De Marco la ri-acquistata e la rilancia

Trascorrono dieci anni. Di successi e di conquista di nuovi mercati. Nel 2018, Umberto De Marco, figlio di Enrico, crea la startup “Yatay”, nome scelto in quanto palindromo – può essere eletto in entrambi i versi – proprio per affermare il suo senso del riciclo. De Marco impiega quasi un anno per creare una calzatura che unisse lo stile della grande tradizione della pelletteria italiana alla ecosostenibilità. Nascono così sneaker prodotte esclusivamente con derivati dai cereali, con sottopiedi realizzati con resina derivata da pneumatici riciclati e ogni componente realizzata da zero o ricavata da accordi con aziende partner.

Anche il packaging ha un’anima riciclabile tanto che De Marco, appassionato di backgammon, ha fatto in modo che il coperchio della scatola diventasse un piano dove giocare il suo gioco da tavolo preferito. Le pedine per giocare, create con gli scarti delle lavorazioni, si trovano all’interno della scatola, in piccola pochette.

Non solo. Sulla scarpa è impresso un “code” attraverso il quale è possibile scegliere un albero da una foresta che Yatay sta costruendo in Kenya di cui si potrà monitorare la crescita e sapere anche quanto assorbe in termini di Co2. Quando l’albero ne avrà assorbita tanto quanta ne è stata utilizzata per la costruzione della sneaker un alert avverte il suo proprietario che è stato artefice di un impatto positivo sull’ambiente. Inoltre, quando la scarpa sarà giunta a fine vita, Yatay provvede a ritirarla e a riutilizzarne i componenti per realizzarne di nuove, con la consapevolezza di calzare ai piedi scarpe che si “rigenerano”.

Nel 2019 il mercato globale della moda vegan ha raggiunto un valore di 396,3 miliardi di dollari e si prevede che si svilupperà fino a un valore di 1095,6 miliardi di dollari entro il 2027, sull’onda delle scelte ecosostenibili dei consumatori che la pandemia sanitaria sta rafforzando.

Si chiama BioVeg l’innovativo materiale che “aggiorna” in chiave veg la pelle sintetica dell’azienda che alla vista e al tocco appare identica a quella prodotta dalle conce tradizionali e che si ottiene all’80% con plastica riciclata, legno e cereali.

Oggi Coronet e Yatay, grazie ai prodotti BioVeg che possono essere utilizzati in diversi campi – dalla calzatura alla pelletteria, dall’abbigliamento all’automotive, dalle etichette ai rivestimenti – passati da una produzione del 3% al 50%, lavorano con tutte le più importanti imprese del lusso. Vantano partnership in tutto il mondo tra cui, ultima in ordine di tempo, quella con Hadoro Paris, azienda parigina di accessori tecnologici di lusso con la creazione della capsule collection “Earth” che abbina a sneaker vegan in plastica riciclata e mais una cover per Iphone con materiali 100% vegan.

La Yatay – per rimarcare la sua filosofia green – ha recentemente aderito alla campagna della ong britannica Care For Wild per tutelare i rinoceronti in pericolo di estinzione. Per ogni nuova scarpa venduta sul sito ufficiale, Yatay si sostiene un piccolo rinoceronte con un mese di adozione a distanza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

INZOLI Officina Naviglio Sport visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Maiorana rimozione tatuaggi Barcelo Viaggi Commercialista Livraghi
Commercialista Livraghi INZOLI Officina Naviglio Sport Maiorana rimozione tatuaggi visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi