venerdì - 24 Settembre 2021
HomeAttualitàDieci sindaci scrivono a Prefetto e Ministro Lamorgese: “Siamo assediati dalle carovane...

Dieci sindaci scrivono a Prefetto e Ministro Lamorgese: “Siamo assediati dalle carovane di nomadi”

Chiedono di intervenire “prima che si manifestino in futuro seri episodi di intolleranza, sempre più pronta ad esplodere tra i cittadini”

carovane-nomadi-lettera-dei-sindaciDieci sindaci dell’hinterland milanese sono scesi in campo contro la presenza di carovane di nomadi accampate nei loro territori. E hanno scritto una lettera al prefetto di Milano, Renato Saccone, e al Ministro degli Interni Luciana Lamorgese. Nel documento hanno lanciato l’allarme, se non si interviene in tempo, su possibili fenomeni di intolleranza da parte di cittadini esasperati. Primo firmatario della lettera è il sindaco di Cusago, Gianni Triulzi.

topcar-cusago-bozza-1okCon Triulzi sono scesi in campo, tra gli altri, anche i sindaci di Albairate, Cisliano, Corbetta, Santo Stefano Ticino. I primi cittadini hanno scritto: “Intendiamo portare nuovamente all’attenzione delle autorità competenti l’ormai intollerabile situazione relativa allo stazionamento delle carovane di nomadi nei territori dell’hinterland Milanese”.

Il documento prosegue: “Tali assembramenti minano la serenità ed il decoro dei nostri territori, che da molti anni vivono questo perenne assedio”. La situazione è insostenibile tra illegalità, di degrado, mancanza di sicurezza e tensioni sociali sempre crescenti.

“Noi Sindaci – continua la lettera – siamo costretti ad impiegare continuamente i nostri pochi agenti di Polizia locale in una continua lotta per arginare e contrastare questo diffuso fenomeno di illiceità, e necessitiamo dell’intervento massiccio delle forze dell’ordine di fronte a numeri davvero preoccupanti di nomadi e mezzi che occupano abusivamente le nostre strade, bivaccando e creando ogni genere di degrado con chi, in quelle aree, lavora, produce, riceve i propri clienti, dando di sé e del nostro Paese un’immagine devastante”.

Tutti e dieci I sindaci hanno chiesto al prefetto di non essere lasciarti soli nell’affrontare questo problema e di essere supportartiin ogni modo possibile, “sia nella gestione operativa delle situazioni sia nel portare avanti soluzioni legislative più efficaci”.

“Il supporto delle istituzioni – si conclude la lettera – è per noi indispensabile affinché questi fenomeni di illegalità possano essere arginati e possibilmente risolti, prima che si manifestino in futuro seri episodi di intolleranza, sempre più pronta ad esplodere tra i cittadini quando la percezione di impotenza diventa insostenibile in qualunque contesto di convivenza civile”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

Naviglio Sport Los Locos Ristorante di pesce Voglia di Pizza e Panzerotti Casaforte visionottica Crepaldi Birrificio barba d'oro topcarcusago Victory fashion Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Libas Consumatori Commercialista Livraghi
Commercialista Livraghi Naviglio Sport Los Locos Ristorante di pesce Voglia di Pizza e Panzerotti Casaforte visionottica Crepaldi Birrificio barba d'oro Topcarcusago Victory fashion Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Libas Consumatori