giovedì - 18 Agosto 2022
HomeAttualitàCusago discute del nuovo Pgt (l’ex Piano regolatore) tra una polemica e...

Cusago discute del nuovo Pgt (l’ex Piano regolatore) tra una polemica e l’altra

Pillai contro Reina – Reina contro tutti: la presentazione del “Piano di gestione del territorio” scalda gli animi della politica locale

cusagocastello1Attorno ai Pgt (i vecchi piani regolatori) da sempre si scatenano polemiche a non finire. Su tutto. Sulle scelte urbanistiche, sulla tempistica, sulle modalità di approvazione. A questa regola non è sfuggito nemmeno quello di Cusago che è stato illustrato durante l’ultimo Consiglio comunale che si è tenuto nei giorni scorsi.

Innanzitutto una notizia: il nuovo Pgt revisiona il precedente del 2012. Dopo dieci anni una messa a punto era inevitabile. Come inevitabile era quel che è successo prima e dopo il Consiglio che ne ha sancito la nascita. All’interno di questo importante documento si trovano le scelte le regolamentazioni e le indicazioni per lo sviluppo urbanistico, viabilistico e infrastrutturale di tutto il paese.

“Si tratta – ha attaccato Gianmarco Reina consigliere comunale di opposizione – di un documento composto da più di 500 pagine che la maggioranza ha pensato in maniera trasparente di fornirci “ben” 7 giorni prima della votazione! Inutile sottolineare che un’analisi approfondita di una mole di dati del genere necessita di più tempo infatti nelle amministrazioni serie,  le minoranze ricevono i documenti mesi prima che venga redatto il testo ufficiale ma a Cusago vige questa logica operativa di non condividere nulla prima dei consigli comunali” .

“Ma ciò che è di una gravità scandalosa – ha proseguito Reina –  e che in tutti i comuni prima della stesura del Pgt vengono indette delle assemblee pubbliche dove partecipano i cittadini. Il motivo è semplice: le scelte impattano sulla vita quotidiana di tutti i residenti definendo i limiti e i regolamenti per quanto riguarda le opere edilizie, le infrastrutture pubbliche, la viabilità e la mobilità del territorio. Si tratta di scelte condizioneranno da qui ai prossimi 10 anni le vite di tutti i cusaghesi”.

“Qui – ha concluso – non si tratta di una mancanza di rispetto nei confronti dell’opposizione, ma di tutti i cittadini! Si è parlato di ristrutturazione degli immobili industriali con coperture di legno, di piste ciclabili,  cambi di destinazione d’uso, limitazioni alle aree agricole, strade, e sono temi che interessano tutti. Invece, sin ora non hanno coinvolto alcuno, né i commercianti cusaghesi, né la scuola, tantomeno le associazioni territoriali”.
 
Di parere completamente opposto la portavoce del Comune, Valentina Pillai, secondo la quale i documenti sono stati consegnati nei tempi previsti dalle norme che regolano la convocazione del Consiglio comunale: per il Pgt non sarebbero previste eccezioni. “Gli stessi documenti – ha giurato la Pillai – saranno pubblicati, a partire dal 25 luglio, sul sito del comune e rimarranno a disposizione di tutti i cittadini che potranno presentare le loro osservazioni, in forma scritta o via pec entro il 24 settembre ed entro la fine dello stesso mese indiremo un’assemblea pubblica per discutere delle osservazioni depositate”.

“Quella di Reina – ha concluso la portavoce – è solo una polemica strumentale, visto che anche durante la presentazione del Pgt fatta in Consiglio comunale, gli stessi tecnici che lo hanno redatto hanno detto di essere a disposizione di chiunque per qualsiasi chiarimento”. Polemiche prive di fondamento, quindi? “È il Pgt, bellezza” direbbe Marlow di Casablanca, se vivesse a Cusago.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

INZOLI Officina Naviglio Sport visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Commercialista Livraghi
Commercialista Livraghi INZOLI Officina Naviglio Sport visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi