venerdì - 21 Gennaio 2022
HomeNewsBuccinascoBuccinasco: i cattolici attaccano il sindaco: “Quella dei tamponi è una vittoria...

Buccinasco: i cattolici attaccano il sindaco: “Quella dei tamponi è una vittoria di Pinocchio”

Botta e risposta sui meriti o non meriti dell’apertura di nuovi punti prelievi che dovrebbe avvenire entro la fine di gennaio

buccinasco-tamponi“Come sempre il nostro Sindaco vende fumo per ricevere applausi sul caos tamponi”. Non si placa la polemica sulle code per i prelievi anticovid a Buccinasco e sul tentativo del sindaco di coinvolgere Ats in uno scambio di accuse e controaccuse su punti prelievi e autorizzazioni. Da una parte ci si è rivolti al prefetto, dall’altra si è risposto che nuovi punti prelievo erano già previsti e autorizzati.

Sembrava finita e invece questa mattina uno squillo di tromba si è levato dal palazzo di via Roma: “Vittoria, vittoria, vittoria” sembrava l’urlo del povero Galeazzi a conclusione della finale che assegnò l’oro agli Abbagnale a Seul 1988. Una medaglia se l’è assegnata anche il sindaco che si è attribuito il merito di una nuova conquista, non sportiva ma sanitaria.

In un comunicato, l’addetto stampa ha infatti scritto: La richiesta del sindaco di Buccinasco Rino Pruiti è stata accolta: a Buccinasco sarà possibile effettuare i tamponi rapidi anche nei Centri civici comunali che il Comune, gratuitamente, mette a disposizione delle farmacie.  Dopo la lettera inviata al Prefetto di Milano nei giorni scorsi, con la richiesta di un suo intervento presso ATS e Regione Lombardia, è arrivata la risposta positiva degli enti regionali che hanno ritenuto finalmente possibile attivare punti tamponi anche al di fuori delle sedi delle farmacie”.

“Non appena possibile, presumibilmente entro la fine del mese di gennaio,  si conclude la nota stampa – il Comune allestirà quindi il Centro Civico Marzabotto, in via Marzabotto 3 (utilizzando lo “Spazio Vivo”, la nuova struttura da poco inaugurata). In seguito, se necessario, si metterà a disposizione anche la Sala consiliare di via Vittorio Emanuele 7, appena riqualificata”.

Immediata la risposta arrivata via social dai cattolici di Filippo Bini Smaghi che, con un post, ha attaccato pesantemente il primo cittadino definendo la sua una vittoria di Pinocchio. “Come sempre – c’è scritto nel post – il nostro sindaco vende fumo per ricevere applausi sul caos tamponi. Nello specifico come fatto in altri Comuni limitrofi che hanno collaborato sin da subito con le Regione e Ats, aveva tempo di far prima dei punti tampone. Ora dice che lo farà, presumibilmente entro la fine di Gennaio. Non solo: Ats aveva già richiesto ai Comuni di attivare punti tampone anche in modalità drive through, lui ha voluto solo alimentare la polemica pro campagna elettorale”.

L’accusa, insomma è che il sindaco, al di là di una serie di moine “Mi candido”, “Non mi ricandido” abbia già lanciato la sua campagna elettorale per un secondo mandato da primo cittadino. “Insomma – è la chiosa del post – , l’opinione che il sindaco ha dei propri cittadini è davvero molto bassa… ma probabilmente è così che intende la politica. Come tutte le volte, attendiamo in chat il pinocchio-bullo che cerca di offenderci. D’altronde se i cittadini si accorgono della verità sono guai. Chiaramente siamo contenti di avere altri punti tampone, cerchiamo però di non trasformare tutto in propaganda. Questo è il dovere di un sindaco”.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

INZOLI Officina Naviglio Sport Los Locos Ristorante di pesce Voglia di Pizza e Panzerotti visionottica Crepaldi Birrificio barba d'oro topcarcusago Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Commercialista Livraghi
Commercialista Livraghi INZOLI Officina Naviglio Sport Los Locos Ristorante di pesce Voglia di Pizza e Panzerotti visionottica Crepaldi Birrificio barba d'oro Topcarcusago Auto Testori Sai Barcelo Viaggi