lunedì - 26 Settembre 2022
HomeNewsBuccinascoAppalti pilotati e tangenti a “rate”: arrestate 11 persone per corruzione e...

Appalti pilotati e tangenti a “rate”: arrestate 11 persone per corruzione e gare truccate

Nell’inchiesta, l'affidamento dei servizi di mensa in scuole e istituti per anziani dei comuni di Buccinasco, Cornaredo e Mediglia

guardia-di-finanzaI finanzieri del Comando provinciale di Milano, coordinati dalla Procura della Repubblica, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip nei confronti di 11 persone, 3 detenute in carcere e 8 agli arresti domiciliari. Tutti sono accusati a vario titolo di corruzione negli appalti per l’affidamento dei servizi di mensa in scuole e istituti per anziani e di pulizie in uffici pubblici nei comuni di Buccinasco, Cornaredo e Mediglia.

I finanzieri questa mattina sono presenti anche in Comune a Buccinasco, dove stanno acquisendo documenti relativi all’appalto di ristorazione: “L’Amministrazione comunale – ha dichiarato il sindaco – è a completa disposizione dei militari della Guardia di Finanza, in modo che si possa fare completa chiarezza sulla situazione. Abbiamo completa fiducia nella magistratura”.

Dalle indagini sono emersi 11 contratti di fornitura illeciti, assegnati nell’arco di un anno per un valore complessivo di 39 milioni di euro da parte di diversi enti locali dell’hinterland milanese e lombardi a favore delle imprese alle quali erano direttamente collegati, o di altre disposte a pagare una tangente compresa fra l’1 e il 2% del prezzo posto a base d’asta della gara.

Il sistema partiva dall’acquisizione, a pagamento, di informazioni privilegiate ricevute da membri compiacenti all’interno delle commissioni giudicatrici e delle diverse stazioni appaltanti che servivano a impostare bandi di gara ‘personalizzati’, pensate su misura per l’azienda da favorire.

Il pagamento della tangente avveniva attraverso il versamento di denaro anche a rate per tutta la durata della fornitura. I finanzieri hanno documentato, fra le altre cose, le fasi della consegna di una bicicletta professionale da corsa, del valore commerciale di 3.000 euro, a favore di un pubblico dipendente corrotto per l’aggiudicazione di una gara del valore di 300.000 euro.

L’azienda coinvolta è la Fabbro Spa, guidata dai fratelli Massimiliano e William Fabbro. Tra gli indagati, non in arresto, c’è anche il vicesindaco del Comune di Mediglia Paolo Bianchi. Le indagini, coordinate dall’aggiunto Maurizio Romanelli e da pm Giovanni Polizzi e Giovanna Cavalleri, sono partite dal rapporto tra il direttore commerciale della Fabbro Spa e il Rup (responsabile unico del procedimento) del Comune di Cornaredo, entrambi finiti in carcere per corruzione.

Durante l’operazione, oltre agli arresti, sono state eseguite 23 perquisizioni in casa e personale nei confronti di tutti gli indagati, nonché notificati ordini di esibizione e consegna di documentazione nei confronti dei Comuni e delle società coinvolte. Nell’inchiesta sono coinvolte anche cinque società di primo piano nel settore della ristorazione.
Seguici sulla nostra pagina Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

Birrificio barba d'oro INZOLI Officina Naviglio Sport visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Commercialista Livraghi
Commercialista Livraghi Birrificio barba d'oro INZOLI Officina Naviglio Sport visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi