Home Attualità Parcheggio della discordia: anche gli alberi hanno un cuore (gli occhi e...

Parcheggio della discordia: anche gli alberi hanno un cuore (gli occhi e un’anima)

Lanciata una petizione on line (che in poche ora ha raccolto quasi quattrocento firme) con la quale si chiede di salvare il parco di via Rimembranze, a Trezzano

0

Anche gli alberi hanno un cuore, gli occhi e un’anima. Gli alberi in questione sono quelli che svettano nel Parco di via Rimembranze a Trezzano: saranno abbattuti per far posto a un parcheggio di cui sono in molti a dubitarne l’utilità.

La questione è nota. Lo ha rivelato per primo pocketnews.it nelle scorse settimane. L’amministrazione comunale di Trezzano vuole trasformare l’area verde che si trova all’incrocio tra via Treves e via IV Novembre in un parcheggio. La notizia ha fatto il giro della città e ha sollevato non poche polemiche.

In campo sono scesi comuni cittadini e militanti di associazioni ambientaliste con in testa i circoli di Legambiente che hanno scritto al sindaco una lettera aperta con la quale hanno chiesto a Fabio Bottero di ritornare sulle sue decisioni. Niet, nein, nulla da fare. Le intenzioni si sono tramutate in decisioni: un mutuo di 480mila euro è stato acceso proprio per completare i lavori.

Da qualche giorno sugli alberi che saranno tagliati sono apparsi dei cuori e degli occhi. L’anima, essendo immateriale non è stata visualizzata. Cuori e occhi affissi dai residenti del quartiere contrari al loro abbattimento. Contemporaneamente sono anche apparsi striscioni che chiedono di salvarli. Inutilmente. L’amministrazione sembra non recedere.

Un ultimo tentativo è stato organizzato nei giorni scorsi. Una petizione on line, lanciata nei giorni scorsi, è stata sottoscritta da circa quattrocento residenti contrari all’operazione. Riuscirà a salvare i poveri alberi (qualcuno ha più di 50 anni)? Non si sa. Chi vuole può sottoscriverla qui. Sul posto intanto sono apparse transenne e attrezzature tipiche dell’apertura dei cantieri.

 

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version