Home Politica Cambio di casacca per due consiglieri di Trezzano: lasciano la lista civica...

Cambio di casacca per due consiglieri di Trezzano: lasciano la lista civica e aderiscono al Pd

Secondo alcuni, alla base del cambio ci sarebbero dissapori con il vicesindaco Domenico Spendio, dissapori smentiti dal segretario del Pd locale. “Si tratta - ha detto - di una scelta personale”

0

Assomiglia a una vera fuga ma potrebbe essere una “fuitina” per costringere il capofamiglia a più miti consigli, oppure nulla di tutto questo: sarà il tempo a confermare l’una o l’altra ipotesi. I protagonisti sono Maurizio Coppo e Alice Zatti, consiglieri comunali di Trezzano che hanno annunciato di non rappresentare più la lista “Trezzano per Fabio” nella quale sono stati eletti e di essersi trasferiti nel gruppo del Pd.

Le motivazioni della “fuitina” saranno rese pubbliche il prossimo 23 Settembre durante il Consiglio comunale convocato alle 20,45, il cui ordine del giorno recita pomposamente al primo punto: “Presa d’atto modifica gruppi consiliari di maggioranza”. Saranno motivazioni ad uso e consumo di fan e tifosi della maggioranza che governa Trezzano?

Il perché della domanda è presto spiegato. Ad un osservatore esterno l’operazione sembra una vera e propria manovra per indebolire il vicesindaco Domenico Spendio, promotore della lista civica “Trezzano per Fabio” che da cinque consiglieri eletti alle ultime amministrative, se ne ritroverebbe solo tre. Il suo potere contrattuale si ridurrebbe quindi del 40 per cento. L’entourage di Spendio dice che non l’ha presa proprio bene.

I motivi della rottura? Non sono noti (se ne parlerà appunto il 23 Settembre) ma secondo “rumors” che da settimane circolano negli ambienti politici di Trezzano, i due protagonisti della “fuitina” sarebbero stanchi degli atteggiamenti non proprio liberali del vicesindaco Spendio.

Uno dei motivi del trasloco potrebbe essere la realizzazione del parcheggio al posto del parco che sorge tra via IV Novembre e via Treves con il conseguente abbattimento di alberi che sfiorano un centinaio di anni d’età. Si tratta di un’operazione fortemente voluta da Spendio su cui non tutti i consiglieri di maggioranza sono d’accordo: Coppo e Zatti sarebbero tra questi.

Secondo il segretario del Pd trezzanese, Martin, invece, dietro il passaggio dei due consiglieri non ci sarebbero piccanti retroscena o lotte di potere. “Si tratta – ha detto a pocketnews.it – di due persone di valore che hanno capacità non comuni. Sono ambiziosi e hanno una visione politica che va oltre Trezzano, una visione che possono condividere con chi oggi lavora all’interno di una struttura come quella del Partito democratico”.

“Si tratta di una scelta personale – ha concluso Martin – che non influirà sugli assetti della maggioranza che governa Trezzano e nemmeno sugli obiettivi che la stessa maggioranza si è posta all’inizio della legislatura”.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version