lunedì - 26 Settembre 2022
HomeNewsBuccinascoEcco la coalizione che sostiene Manuel Imberti nella campagna per riconquistare Buccinasco

Ecco la coalizione che sostiene Manuel Imberti nella campagna per riconquistare Buccinasco

Il “vernissage” si è tenuto all’interno delle sale di Villa Belgioioso Cavalchin, che si affaccia sul Naviglio, in via Vigevanese

buccinasco-Imberti-candidato-sindaco
Nella foto, i rappresentati dei partiti e dei movimenti che sostengono Manuel Imberti nella campagna elettorale di Buccinasco

Dopo la conferenza stampa “on the road” dello scorso fine settimana, oggi, con l’incontro organizzato per presentare l’intera coalizione che sosterrà Manuel Imberti, candidato del centrodestra, nella corsa verso le elezioni per la carica di sindaco di Buccinasco, la campagna elettorale è entrata nel vivo.

Il “vernissage” si è tenuto all’interno delle sale di Villa Belgioioso Cavalchin, che si affaccia sul Naviglio, in via Vigevanese. A dare l’imprimatur alla candidatura sono arrivati anche i responsabili provinciali di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, rispettivamente Alessio Zanzottera, Fabio Raimondo e Gianluca Comazzi. Segno che a differenza degli anni scorsi, la coalizione di centrodestra si presenta compatta e con un unico obiettivo: riconquistare Buccinasco.

Alla coalizione partecipa anche Caterina Romanello, leader della lista civica Buccirinasco che ha aperto gli interventi. “A differenza dell’ultima tornata elettorale – ha detto – quando ci simo presentati da soli raccogliendo un lusinghiero 12% (più della lista civica dell’attuale sindaco) abbiamo deciso di scendere in campo con il centrodestra perché ha scelto un candidato giovane, pulito, che rappresenta al meglio il bisogno di cambiamento di Buccinasco”.

Aldo Scialino, ha ribadito il totale appoggio di Forza Italia, di cui è il rappresentante locale, alla candidatura di Imberti. Appoggio condiviso da Maria Grazia Barbisan di Fratelli d’Italia secondo la quale, Imberti rappresenta i valori del suo partito “con freschezza e spirito costruttivo”. Luigi Iocca ha riflettuto ad alta voce sulle eccellenze che un tempo caratterizzavano Buccinasco, poi depauperate o chiuse (dagli asili nido alla piscina comunale con il suo centro riabilitativo) passando poi all’unica immagine che dieci anni di governo di centrosinistra hanno rilanciato in Italia e nel Mondo: “la capitale della mafia nel nord”.

Della coalizione fanno parte anche i Centristi guidati a Buccinasco da Filippo Bini Smaghi che ha messo al centro dell’azione di governo, una volta vinte le elezioni, i valori della famiglia “dimenticati dall’attuale amministrazione”. La chiusura è stata tutta di Imberti che ha messo sotto la lente gli investimenti pubblici, totalmente ignorati dall’attuale sindaco e il calo demografico: nell’ultimo anno i nati a Buccinasco sono passati da 285 a 160 unità. “Non ho la bacchetta magica ha detto – ma l’impegno verso le giovani coppie e le famiglie in generale sarà il termometro che misurerà l’azione di un mio eventuale governo della città”.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

PIÙ POPOLARI

Birrificio barba d'oro INZOLI Officina Naviglio Sport visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Commercialista Livraghi
Commercialista Livraghi Birrificio barba d'oro INZOLI Officina Naviglio Sport visionottica Crepaldi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi