Home Attualità Prolungamento della M4 verso Buccinasco e Corsico? La priorità è Segrate

Prolungamento della M4 verso Buccinasco e Corsico? La priorità è Segrate

Nonostante le riunioni e le petizioni, il coinvolgimento delle associazioni, il progetto per l'arrivo della linea 4 nei comuni del Sud ovest non è stato ancora definito…

0
Il cantiere della M4 a Milano
Il cantiere della M4 a Milano

Sembra il classico gioco del tiro alla fune. C’è chi tira da una parte e chi tira dall’altra. C’è chi spinge verso il Sud ovest e chi invece verso il Sud est. Oggetto del contendere, il prolungamento della linea Metropolitana M4, ritenuto da tutti il toccasana per risolvere i problemi di mobilità, viabilità, inquinamento dell’hinterland milanese.

In questa fase, la fune sembra pendere però verso l’est. Nei giorni scorsi infatti in Finanziaria sono stati stanziati 420 milioni di euro per la realizzazione del progetto che prevede l’incrocio tra alta velocità, metropolitana e passante ferroviario. Si chiamerà Milano East Gate, una specie di porta d’ingresso al capoluogo lombarado che intercetterà l’alta velocità della direttrici Venezia-Milano Torino con le linee regionali suburbane e la nuova metro 4 che allungherà il suo percorso dal capolinea di Linate a Segrate Punta Est. Tempi di realizzazione dai cinque ai sette anni.

Per il sud ovest, si è ancora alla fase di studio. Il progetto esecutivo, poi, è di là da venire. I finanziamenti potrebbero essere trovati nel Pnrr ma nulla è stato ancora deciso. Se si procedesse di questo passo una qualsiasi ipotesi di inaugurazione di qualche stazione, a Corsico e comuni limitrofi, non potrebbe essere precedente al 2032. Per smuovere le acque, ieri mattina, una delegazione di politici locali e rappresentanti di associazioni hanno visitato il cantiere dell’M4, posto sulla linea di confine tra Milano e Buccinasco.

La delegazione era formata dal sindaco di Corsico, Stefano Ventura, da due membri della sua maggioranza, Maurizio Magnoni e Roberto Masiero, dal vicesindaco di Trezzano, Domenico Spendio, dall’assessore trezzanese alla mobilità, Cristina De Filippi, da rappresentanti del Comitato civico M4 che da anni si battono per il prolungamento della M4 lungo la direttrice del Naviglio, da Buccinasco a Corsico, a Cesano Boscone, a Trezzano, sino ad Abbiategrasso.

A guidare la spedizione, il sindaco di Buccinasco, Rino Pruiti che già cinque anni fa aveva speso il prolungamento della M4 sino a Buccinasco come carta elettorale, promettendo ai suoi concittadini che sarebbe arrivata di lì a poco. Non è successo e c’è da giurare che la questione diventerà uno dei punti cruciali della prossima campagna elettorale per il rinnovo di Consiglio comunale e primo cittadino.

Così mentre per il fronte dell’Est è stato stesso sindaco di Milano, Beppe Sala, la settimana, scorsa a fare il punto sullo stato dell’arte dei progetti, sul fronte Ovest siamo ancora agli appelli. Il prossimo 14 febbraio, sull’argomento dovrebbe tenersi una riunione convocata l’assessore alla Mobilità del Comune di Milano Arianna Censi, la stessa che in molte dichiarazione rilasciate le scorse settimane ha confermato come la priorità sia il procedere verso Segrate.

L’iniziativa di ieri è comunque stata l’ultima, in ordine di tempo, organizzata affinché Milano, Città metropolitana e tutti gli enti interessati si diano da fare accedere ai fondi necessari per la realizzazione almeno delle fermate a Buccinasco e Corsico. Per Cesano, Trezzano, Gaggiano e Abbiategrasso, se ne parlerà poi…

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version