Home Attualità L’Humanitas laurea “honoris causa” la scienziata che ha gettato le basi dei...

L’Humanitas laurea “honoris causa” la scienziata che ha gettato le basi dei vaccini anticovid

Si chiama Katalin Karikò, la pioniera di BioNTech che ha individuato l’antidoto al coronavirus nei composti a mRna

0
Il riconoscimento è arrivato per lo "straordinario contributo" da lei dato ed è stato consegnato da Marco Montorsi, rettore di Humanitas University
Il riconoscimento a Katalin Karikò è arrivato per lo “straordinario contributo” da lei dato ed è stato consegnato da Marco Montorsi, rettore di Humanitas University

È stata assegnata ieri, durante l’inaugurazione dell’anno accademico di Humanitas University di Rozzano, la laurea honoris causa in medicina e chirurgia a Katalin Karikò, vicepresidente senior di BioNTech. Si tratta della scienziata di origini ungheresi, che ha gettato le basi dei vaccini anticovid a mase di composti mRna.

Il riconoscimento è arrivato per lo “straordinario contributo” da lei dato ed è stato consegnato da Marco Montorsi, rettore di Humanitas University. Utilizzata da Pfizer/BioNtech e Moderna per sviluppare i vaccini contro il Sars-CoV-2, la tecnologia a mRNA ha reso possibile produrre edistribuire grandi quantità di dosi in tempi rapidi.

Katalin Karikò è docente all’Università della Pennsylvania. Ha dedicato la sua vita allo sviluppo di una terapia genica basata sull’mRna, o Rna messaggero, una molecola che codifica le informazioni genetiche contenute nel Dna. A differenza dei vaccini tradizionali che utilizzano una versione indebolita del virus, quelli che utilizzano la nuova tecnologia contengono frammenti di mRNA che inducono le cellule a produrre antigeni, ovvero proteine riconosciute come estranee e in grado di attivare il sistema immunitario.

In una nota stampa, l’Humanitas ha reso pubbliche le motivazioni alla base della concessione della laurea honoris causa “in considerazione dello straordinario contributo allo studio e allo sviluppo di una nuova generazione di vaccini basati sulla innovativa tecnologia a mRNA, tra cui quello anti Covid19, a ulteriore conferma del valore dell’integrazione tra conoscenze mediche e applicazioni tecnologiche”.

Passione, perseveranza, internazionalità e contaminazione dei saperi. Questo il senso del messaggio trasmesso da Katalin Karikò al pubblico presente alla cerimonia per l’inaugurazione dell’ottavo anno accademico di Humanitas University. La scienziata ungherese ha detto: “Non sappiamo se dovremo adattare il vaccino alla variante Omicron”. E ai giovani ha indicato la strada: “Credete in voi stessi e in ciò che fate, perché è un viaggio senza fine, mentre credere di fallire dura pochi giorni”

Presenti alla cerimonia anche il sindaco di Milano Giuseppe Sala, l’assessore per l’Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione Regione Lombardia Fabrizio Sala, il ministro per gli Affari regionale e le Autonomie Maria Stella Gelmini, il ministro dell’Università e della Ricerca Maria Cristina Messa e il sindaco di Pieve Emanuele Paolo Festa.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version