Home Notizie dagli altri mondi Minacciano di morte un disabile se non consegna loro la pensione: in...

Minacciano di morte un disabile se non consegna loro la pensione: in manette tre extracomunitari

Arrestati in flagranza un romeno di 27 anni, un palestinese di 25 e un marocchino di 44 anni in due blitz della polizia

0

Non c’è mai fine al degrado umano. Agenti della polizia, nei giorni scorsi, hanno arrestato in flagranza tre persone, un romeno di 27 anni, un palestinese di 25 e un marocchino di 44 anni, ritenuti responsabili di estorsione aggravata commessa ai danni di un invalido di 52 anni. I tre, avevano minacciato di ucciderlo se non avesse consegnato loro dei soldi.

Le indagini su questa squallida vicenda erano iniziate nel maggio appena trascorso. Gli agenti avevano ricevuto la denuncia sporta dalla vittima che, si era recata nei loro uffici per segnalare le numerose richieste minacciose di denaro che, a partire da luglio 2021, aveva ricevuto da parte di tre persone conosciute all’interno di una mensa per indigenti.

La vittima, che nonostante la disabilità è un volontariato presso una parrocchia, aveva raccontato ai tre uomini di vivere solo con la sua pensione di invalidità. I tre, indifferenti alle suppliche, avevano cominciato a pretendere, anche con minacce di morte, sempre più soldi. La settimana scorsa il 52enne è stato contattato per una nuova richiesta di denaro.

Il suo convivente, scoperta la cosa, ha avvertito subito la Polizia che ha fatto scattare la prima trappola. Così è stato concordato un incontro per la consegna dei soldi alle 10 in Piazza Napoli, a Milano. Vittima e poliziotti si predisposti secondo il piano preordinato. Dopo aver ricevuto 4 banconote da 50 euro, l’estorsore romeno è stato arrestato.

Si pensava che la vicenda fosse conclusa. Invece, due giorni dopo, il 52enne è stato ricontatto dalle altre due persone che aveva conosciuto in mensa e che pretendevano 400 euro. Il disabile ha segnalato la nuova richiesta agli stessi agenti che l’avevano già aiutato. È stata predisposta una seconda trappola.

È stata così concordata la consegna nei dintorni di una panchina di parco Sempione. Verso le 9.15 di martedì, il marocchino di 44 anni ha aspettato la vittima mentre il complice  palestinese si aggirava in sella a una bici nei pressi della panchina. Una volta consegnati i soldi, i poliziotti sono intervenuti bloccando e arrestando i due estorsori: il 44enne aveva già divisa la somma in due parti uguali, una per sé e una per il complice.
Seguici sulla nostra pagina Facebook

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version