Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 05 Ottobre 2017 11:03
Lettera aperta

Troppi incidenti, il sindaco di Trezzano lancia l’Sos In evidenza

Dopo l’ennesima giornata infernale causata da un  tamponamento sulla Nuova Vigevanese, il primo cittadino ha scritto a Prefettura e Città Metropolitana sollecitando interventi e soluzioni

Un tamponamento avvenuto nei pressi dello svincolo della Tangenziale ovest ha bloccato la circolazione in tutta la zona Un tamponamento avvenuto nei pressi dello svincolo della Tangenziale ovest ha bloccato la circolazione in tutta la zona

Inquinamento acustico e atmosferico a livelli impensabili, spreco di tempo (20 minuti per percorrere un chilometro), incolumità di automobilisti e pedoni messa a rischio. É la “normalità” a Trezzano sul Naviglio.

Carta e penna

Qualcosa potrebbe cambiare. Non si sa se è solo una speranza o un tentativo disperato. Fatto sta che, dopo l’ennesimo incidente sulla Vecchia Vigevanese, avvenuto martedì 3 ottobre, il sindaco Fabio Bottero ha preso “carta e penna” e ha scritto alla Prefettura di Milano e alla Città Metropolitana. Nella lettara il primo cittadini trezzanese ha manifestatto tutta “la sua forte preoccupazione” per una situazione che è ormai sull’orlo del collasso e ha sollecitato “interventi incisivi per migliorare la viabilità della zona”.

Traffico in tilt

Martedì scorso, infatti, un tamponamento avvenuto nei pressi dello svincolo della Tangenziale ovest ha bloccato la circolazione in tutta la zona. Bloccate sia la Strada provinciale 59 (Vecchia Vigevanese) sia la Strada Statale 494 (Nuova Vigevanese) con il traffico di attraversamento nord-sud di Trezzano è andato completamente in tilt dalle 7.30 alle 10.

Stanchi di subire

“Con la variante del PGT – ha spiegato il sindaco Fabio Bottero – avevamo cercato una soluzione per riqualificare lo svincolo e quindi mettere in sicurezza la viabilità ma come è noto l’intervento ipotizzato, sulla base delle riflessioni di Regione Lombardia e Città Metropolitana, non si potrà realizzare. Non possiamo permetterci, tuttavia, di non trovare una soluzione perché gli incidenti sono numerosi e i nostri cittadini e tutti quelli del Corsichese, Abbiatense e Magentino sono stanchi di dover subire il traffico e non poter circolare con serenità”.

Segnaletica insufficiente

Secondo il sindaco, “il miglioramento della segnaletica orizzontale e verticale in prossimità dello svincolo non è sufficiente quindi insieme è necessario trovare in tempi brevi una via per ripensare lo svincolo”.

Ordine pubblico in pericolo

“Non nascondo la mia forte preoccupazione – ha concluso il sindaco - anche per le possibili conseguenze di ordine pubblico in caso di forti proteste e iniziative da parte dei cittadini ormai esasperati. Proprio per questo ho scritto a Prefettura e Città Metropolitana chiedendo che nei prossimi incontri, che saranno a breve, si possano trovare soluzioni veramente risolutive”.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
Il caso del giorno
Trezzano, residenti si ribellano alla puzza prodotta da un’azienda farmaceutica

Trezzano, residenti si ribellano alla puzza prodotta da un’azienda farmaceutica

Sono decine gli abitanti del quartiere Boschetto che si sono rivolti in comune affinché intervenga e risolva una situazione che sta diventando insostenibile

Attualità
L'addio
Corsico perde il suo Papa (alto dirigente in Comune)

Corsico perde il suo Papa (alto dirigente in Comune)

Dopo 25 anni di servizio lascia il suo posto e se ne va a Vimercate, uno dei funzionari di lungo corso corsichesi, per alcuni depositario di molti segreti

Attualità
L'indagine
Legambiente boccia Corsico sulla mobilità scolastica

Legambiente boccia Corsico sulla mobilità scolastica

Secondo i dati raccolti, l'avvio dell'anno ha prodotto un aumento del traffico nelle strade di accesso che supera il 100%: il numero di automobili è raddoppiato davanti alle scuole di via Verdi e via Galilei