Seguici su Fb - Rss

Mercoledì, 03 Giugno 2020 09:19
Il caso del giorno

Gestione degli immobili comunali, l’indagine dell’ex generale

Parla il il presidente della “Commissione Trasparenza” al Comune di Trezzano, Antonino Puleo, ex medico della riserva dell’Esercito italiano

Nella foto, Antonino Puleo, 66 anni, presidente della Commissione Trasparenza al Comune di Trezzano Nella foto, Antonino Puleo, 66 anni, presidente della Commissione Trasparenza al Comune di Trezzano

È stato generale medico della riserva nell’Esercito italiano e ha partecipato a decine di missioni all’estero, soprattutto in Kossovo. Antonino Puleo ha 66 anni ed è il presidente della Commissione Trasparenza al Comune di Trezzano. In tempi in cui la trasparenza amministrativa viene sbandierata a destra e a manca, con le immancabili schiere di partigiani che prendono le difese degli uni o degli altri (quelli trezzanesi sanno essere molto pesanti), la sua esperienza può servire a chiarire alcuni aspetti della questione.

Lei è un volto nuovo della politica locale, come è diventato presidente della Commissione Trasparenza?
“La mia è una commissione cosiddetta “di garanzia” che spetta a un rappresentante dell’opposizione in Consiglio comunale. Mi hanno chiesto se volevo occuparmene e ho detto di sì. Ci tengo però a sottolineare che la mia elezione è avvenuta all’unanimità, quindi anche con i voti dei rappresentanti della maggioranza”.

Che clima ha trovato?
“Devo dire che ho riscontrato la massima collaborazione tra i dipendenti comunali e gli stessi assessori”.

Quindi non è vero che la documentazione sulle delibere, vedi il caso della nuova variante del Pgt, viene inviata ai rappresentanti della minoranza pochi giorni prima della discussione in consiglio, impedendo di fatto che la si possa esaminare in modo approfondito?
“Dipende dai casi. Se si tratta di normale amministrazione qualche giorno è sufficiente a capire di cosa si tratta. La questione sorge su argomenti un po’ più complessi, come appunto la variante al Pgt. Non si può pretendere che fascicoli che hanno richiesto ai funzionari comunali mesi di lavoro vengano esaminati in pochi giorni. È impossibile”.

Per cui?
“Sarebbe auspicabile che trasmissione dei documenti e convocazione dei Consigli comunale avessero tempistiche diverse in base agli argomenti all’ordine del giorno. È una questione di democrazia: come faccio ad esprimere un’opinione se non ho avuto il tempo di prendere consapevolezza degli aspetti di una questione?”

Su cosa sta lavorando in questo momento?
“Sulla gestione degli immobili di proprietà comunale”.

Cioè?
“Il comune di Trezzano è proprietario di circa una sessantina di immobili. Alcuni fanno parte storicamente del patrimonio della città, altri, come quelli sequestrati alle mafie, sono stati acquisiti  durante gli ultimi anni. Voglio capire come vengono gestiti.”

Un esempio?
“In generale, un bene pubblico deve garantire appunto al pubblico, cioè ai cittadini, una serie di benefit. In alcuni casi è difficile individuare tra le pieghe delle convenzioni di quali benefit goda la cittadinanza. Ci sono associazioni o cooperative che pur godendo di agevolazioni enormi nell’utilizzo di strutture pubbliche, si fanno pagare i servizi che erogano”.

In particolare?
“Cito un esempio. La struttura di via Tintoretto ospita una scuola di musica che paga un affitto a prezzo di favore, ma dalla documentazione ricevuta non si comprende quale ritorno ci sia per la città: non vengono indicate se ci sono rette gratuite, e, visto che è aperta anche a chi abita in altri comuni, se per i residenti di Trezzano sono previsti o meno degli sconti. Non sono gli unici immobili, naturalmente. Perplessità sollevano anche la concessione di strutture in via Papa Giovanni XXIII, in via Donizetti, in via Pitagora o l’area comunale attrezzata via Pirandello - via Goldoni concessa alla New San Lorenzo per 25 anni!!! OK che serve alla Parrocchia, ma la durata della concessione mi pare esagerata.”.

Altri casi?
“Ce ne sono molti e differenziati nei quali costi a carico del comune e renumerazione di un immobile non sono definiti o definibili. In quest’ambito, un altro caso è quello del bar del Parco del Centenario che gode di un affitto di favore. Che cosa riceve in cambio il Comune?

I contenuti degli accordi dovrebbero essere fissati dalle convenzioni…  
“Certo, peccato che alcune sono fumose e la documentazione richiesta arriva con il contagocce. Non solo. Le associazioni che godono di agevolazioni comunali dovrebbero inviare in municipio tutta la documentazione contabile sulla propria attività. Rendere conto di quel che fanno e, se ricevono contributi, come li spendono. Se per quella del 2019 c’è ancora tempo (causa Covid 19) in molti casi manca quella degli anni precedenti che doveva essere già stata depositata. È mancato il controllo o cosa? Perché alcuni contratti come quello della farmacia comunale (comunale solo di nome, visto che è gestita da una società di Brescia) sono scaduti e non c’è traccia di rinnovo?”.

 La sua sembra una battaglia contro i mulini a vento…
“No, il mio è solo un tentativo per capire come viene valorizzato il patrimonio immobiliare del comune. La città affronta spese in energia elettrica, riscaldamento, pulizia, raccolta rifiuti, che in alcuni casi non hanno alcun ritorno. O hanno un ritorno per pochi. Non è giusto nei confronti di tutti gli altri residenti”.

Cosa farà quando questo suo lavoro di ricerca sarà concluso?
“Lo renderò pubblico”.

 Lo sa che quello delle associazioni è un terreno minato, soprattutto a Trezzano e dintorni e che questa intervista provocherà un pandemonio?
“Sì, lo so, ma essendo un militare di lungo corso conosco le procedure per bonificare qualsiasi tipo di terreno minato”.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

1 commento

  • Link al commento l.camurri48@gmail.com Mercoledì, 03 Giugno 2020 14:23 inviato da l.camurri48@gmail.com

    Bravo. Avanti così senza paura.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
Nuova emergenza
Trezzano lancia l’allarme e dichiara guerra alla Popillia Japonica

Trezzano lancia l’allarme e dichiara guerra alla Popillia Japonica

Si tratta di un insetto infestante particolarmente aggressivo, un organismo nocivo da quarantena, appartenente alla famiglia degli scarabei che provoca notevoli danni alle piante

Attualità
Emergenza casa
Il comune ristruttura 3 immobili confiscati alla mafia per ospitare famiglie in difficoltà

Il comune ristruttura 3 immobili confiscati alla mafia per ospitare famiglie in difficoltà

I tre appartamenti ubicati in via De Amicis, via Roma e via dei Salici a Cesano Boscone saranno assegnati con affitti più bassi rispetto a quelli del libero mercato

Attualità
L'iniziativa
Regalo con il fiocco ai residenti: in arrivo 100 biciclette (gratuite, numerate e personalizzate)

Regalo con il fiocco ai residenti: in arrivo 100 biciclette (gratuite, numerate e personalizzate)

La normalità post Covid 19: a partire da oggi e sino al 20 agosto, i cittadini di Assago potranno richiedere al Comune 100 Free bike