Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 04 Maggio 2020 11:21
La polemica

Nuovo Pgt (piano regolatore) di Trezzano, l’opposizione abbandona la commissione urbanistica

Lo scontro dopo la bocciatura della richiesta di rinvio per avere la possibilità di leggere le centinaia di pagine di relazione tecnica fornita dagli uffici comunali solo pochi giorni prima della riunione on line

Non comincia sotto buoni auspici il percorso della seconda variante al piano di governo del territorio (il vecchio piano regolatore) che la giunta Bottero vorrebbe far approvare prima della fine del proprio mandato.  Infatti, la prima commissione tecnica che avrebbe dovuto cominciare ad esaminare la strada sulla quale Bottero e compagni intendono incamminarsi è stata abbandonata per protesta da tutti i rappresentanti dell’opposizione.

Videoconferenza

La commissione era convocata in videoconferenza per l’emergenza Covid 19. L’opposizione ne aveva chiesto il rinvio ad altra data per dare la possibilità ai propri rappresentanti di leggere le centinaia di pagine di relazione tecnica fornita dagli uffici comunali solo pochi giorni prima della riunione on line. Niet, nein, ingen, hayir, (no in russo, tedesco, svedese e turco). Ogni richiesta e le successive proteste sono state rispedite al mittente. La commissone si è tenuta l’ultimo giorno di aprile. Con le conseguenze che abbiamo raccontato.

Arrivederci e grazie!

L’opposizione, dopo aver “esposto le proprie rimostranze”  ha salutato e ha abbandonato l‘incontro”, la maggioranza ha proseguito sulla propria strada. “Una strada – ha sottolineato Ivano Padovani, ex candidato sindaco per il centrodestra – dominata da un’ arroganza senza limiti che non merita ascolto”.  

Il malloppazzo

Padovani ha proseguito: “Dopo aver avviato l’iter della variante in piena campagna elettorale, senza aver mai informato né la popolazione, né il Consiglio comunale, a distanza di parecchi mesi, il sindaco ha deciso ancora una volta senza informare la popolazione, di discutere lo strumento con il quale si programmano nuove regole urbanistiche, senza dare il tempo alla minoranza di prendere visione della documentazione (qualcuno parla di un malloppazzo di 600 pagine ndr)”.

Le sofferenze

“Di cosa avremmo dovuto discutere - ha concluso Padovani - se i documenti ci sono stati consegnati solo due giorni prima? Come potremmo comprendere quel che il sindaco e la sua maggioranza intendono farne del territorio trezzanese che già soffre di problemi viabilistici, di inquinamento, di consumo di suolo?”.

Occasione persa?

Bottero, da parte sua, ha respinto al mittente ogni accusa.”L’opposizione - ha detto a pocketnews.it - ha perso un’occasione per essere informata su quali siano le proposte avanzate dagli operatori economici e dai cittadini sul governo del territorio. Quella del 30 aprile, infatti, era una commissione convocata per ascoltare e conoscere: una semplice esposizione delle idee che stanno circolando”.

L'inizio

“Certo - ha concluso il sindaco - la documentazione, seppur corposa, è stata inviata  secondo le solite modalità, ma non è un motivo per fare polemica e abbandonare una commissione che doveva essere l’inizio di una discussione che si protrarrà nei prossimi mesi”. Lo scontro quindi è solo all'inizio.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
La protesta
Lettera aperta al sindaco Bottero: l’informazione è il sale della democrazia

Lettera aperta al sindaco Bottero: l’informazione è il sale della democrazia

Al centro della discussione ancora la commissione urbanistica sul Pgt (piano regolatore) abbandonata da tutti i rappresentanti dell’opposizione

Politica
La polemica
Trezzano, sul campo Fabbri l’ombra del conflitto d’interessi

Trezzano, sul campo Fabbri l’ombra del conflitto d’interessi

Il voto favorevole di un consigliere comunale alla spesa di 350mila euro per rifare le torri di illuminazione della stadio di Trezzano potrebbe inficiare la delibera

Politica
Lo scontro
Trezzano: il primo consiglio comunale virtuale produce 700mila euro di polemiche reali

Trezzano: il primo consiglio comunale virtuale produce 700mila euro di polemiche reali

Nel mirino i lavori per sostituire le torri che illuminano il campo Fabbri (350mila euro) e i cementi del cimitero di via Fucini (330mila euro) più altri spiccioli