Seguici su Fb - Rss

Mercoledì, 12 Febbraio 2020 15:35
La rivendicazione

Dipendenti comunali, lettera aperta del sindacato a Bottero

Lo stato di tensione esistente tra le parti è ai massimi livelli: da anni, ormai, non riescono a trovare un accordo

L’articolo pubblicato da pocketnews.it (leggi qui) sulla vertenza aperta tra i sindacati dei dipendenti comunali e l’amministrazione di Trezzano ha reso pubblico lo stato di tensione esistente tra le parti, parti che da anni, ormai, non riescono a trovare un accordo.

Le affermazioni del sindaco Fabio Bottero (“Mi fanno cadere le braccia: dovevamo vederci ieri per chiarire alcuni aspetti della vertenza, ma l’incontro è saltato e non per colpa nostra) hanno provocato la reazione dei rappresentanti dei lavoratori che hanno recapitato alla redazione una lettera aperta indirizzata al primo cittadino trezzanese. Ecco il testo:

Signor Sindaco,
siamo allibiti dalla Sue parole, che apprendiamo dal quotidiano pocketews.it
Riteniamo siano tutto frutto di informazioni distorte, in quanto nessuno dei partecipanti all’Assemblea ha sollevato obiezione alcuna sull’operato della classe politica, anzi si è evidenziata una forte preoccupazione su come quest’ultima, si affidi in maniera così “cieca” all’operato di Posizioni Organizzative che latitano in termini decisionali e organizzativi, specialmente il referente dell’area di staff (che contiene il servizio del personale), che per attuare il contratto decentrato, dovrebbe preparare tutti i regolamenti e proporli alla Giunta Comunale per deliberarli.

Una domanda lecita è: perché è lei a rispondere?
Ripetiamo, nel corso dell’Assemblea sono state espresse direttamente dai dipendenti stessi (forse una delle poche volte), di diverse Aree facenti parte dell’Ente, le difficoltà in cui sono costretti a “cercare” di svolgere il proprio lavoro, sono state espresse le situazioni di disagio dettate dalla mancata applicazione dei diritti riconosciuti dal contratto decentrato, e tutto questo imputandolo non certo alla classe politica, che all’interno dell’Ente ha un ruolo diverso e di tutt’altro peso, ma a chi all’interno dell’Ente ricopre funzioni di direzione degli uffici e dei servizi, realizzando gli obiettivi dell’Ente stesso.

Stiamo parlando del Segretario Generale del comune di Trezzano sul Naviglio, segretario Generale di un altro comune e anche posizione organizzativa (ci rendiamo conto che in effetti di lavoro ne ha tanto, probabilmente per questo motivo impossibilitato a farlo nei tempi previsti) e dei Funzionari. Lei Signor Sindaco sta svolgendo le funzioni di portavoce e questo in aggiunta alle sue parole ci amareggia.

Ci domandiamo, come mai non si espongono coloro che dovrebbero rispondere di questi problemi? Nel Suo intervento Lei sottolinea del mancato incontro della settimana scorsa, lasciando intendere che ciò sia imputabile alla parte sindacale, le chiediamo di verificare le procedure da attuare per la convocazione di un tavolo di contrattazione e siamo sicuri che, anche in questo caso, lei si stia basando su informazioni incomplete e non corrette … tutto questo è a noi che fa “cadere le braccia”.

Siamo convinti più che mai, che un incontro alla presenza del Segretario Generale, dei Funzionari sia cosa più che necessaria, perché la situazione di degrado lavorativo e organizzativo è arrivata ad essere oltremisura.

R.S.U. Trezzano ssul Naviglio

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
L'emergenza
Parla Chiara: la mia vita in trincea nella guerra contro il Coronavirus

Parla Chiara: la mia vita in trincea nella guerra contro il Coronavirus

Il racconto di chi è in prima linea immersa nel dolore, nella sofferenza, nell’orrore, a combattere contro il Covid- 19 nei reparti dell’Humanitas

Attualità
Contributi da rivedere
Buccinasco: “I soldi ricevuti dallo Stato sono insufficienti”

Buccinasco: “I soldi ricevuti dallo Stato sono insufficienti”

Il sindaco parla alla radio e denuncia l’esiguità delle risorse assegnate ai comuni per far fronte alla crisi da Coronavirus

Attualità
L'emergenza
Caso Sacra Famiglia: “C’è preoccupazione e paura”

Caso Sacra Famiglia: “C’è preoccupazione e paura”

“Non bisogna nascondersi dietro a un dito” ha detto il sindaco Simone Negri analizzando i nuovo dati sui contagi a Cesano Boscone