Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 02 Dicembre 2019 11:50
La polemica

Assessorato alla gentilezza? Trezzano boccia l’iniziativa del M5s

I gruppi politici al governo della città (Pd e dintorni) si sono dichiarati contrari alla mozione e questo ha sollevato le perplessità di chi l’ha proposta

Nella foto, il sindaco di Trezzano, Fabio Bottero e il capogruppo del M5s, Villa Zina Nella foto, il sindaco di Trezzano, Fabio Bottero e il capogruppo del M5s, Villa Zina

È un’idea nata da pochi mesi, ma che ha subito messo radici. Tanto che sono già più di una settantina gli “assessori alla gentilezza” incaricati in comuni di tutta Italia, senza distinzioni di colori e ideologie. A Trezzano, niet! La proposta, avanzata dal M5s, è stata bocciata durante l’ultima seduta del Consiglio comunale, tenutasi qualche giorno fa.

Sponsorizzato da:

Valori positivi

Eppure, si legge nel manifesto che ha lanciato l’iniziativa, "l'assessorato alla gentilezza promuove valori e pratiche positive per favorire il benessere e la crescita sociale contribuendo a creare il futuro in cui vivranno i bambini di oggi occupandosi inoltre della buona educazione, del rispetto verso il prossimo e la cosa pubblica, del prendersi cura di chi soffre o è in difficoltà, ad accrescere lo spirito di comunità oltre che favorire l'unità, a coinvolgere i propri cittadini e le associazioni in iniziative di cittadinanza attiva per il bene comune".

Chi?

Possono usare l’appellativo di Assessore alla Gentilezza i consiglieri, gli assessori e i vicesindaci che abbiano ricevuto la delega alla Gentilezza dal proprio sindaco. Anche un sindaco, qualora lo ritenga opportuno, può mantenere per sé la delega alla gentilezza, diventando anche “assessore alla gentilezza”.

Comune restio

Orbene, i partiti e i gruppi politici che governano Trezzano (Trezzano con Fabio, PD, e Trezzano oltre) si sono dichiarati contrari alla mozione e questo ha sollevato le perplessità di chi l’ha proposta e che adesso si chiede: “Cosa ci può essere di sbagliato in questa mozione? Come mai il Comune di Trezzano è così restio a rilasciare questa delega?”

Il sospetto

Il sospetto che si è insinuato tra i grillini è che “tutto quello che viene proposto in Consiglio Comunale dal M5S deve essere bocciato a prescindere”. È la conferma del clima non proprio “gentile” che esiste tra maggioranza e opposizione, clima reso ancora più teso dopo qualche episodio di “intolleranza (con parole offensive rivolte dai banchi della maggioranza verso un consigliere di opposizione nella seduta dello scorso 14 novembre).

La difesa

Stempera i toni il sindaco Fabio Bottero, secondo il quale la sua amministrazione sarebbe “attenta a tutto quanto riguarda le buone maniere e le buone pratiche nelle relazioni urbane” e in merito all’assessorato alla gentilezza conferma di non snobbare l’iniziativa dal punto di vista concettuale ma di non ritenere opportuno rilasciare una delega che potrebbe sembrare un paravento. “Noi – ha sottolineato - preferiamo agire diversamente”.

Sgarbati sino in fondo

A Bottero replica Villa Zina, capogruppo del M5s in Consiglio comunale: “Altro che agire diversamente, i consiglieri di maggioranza bocciano sistematicamente ogni nostra proposta ed essendo sgarbati sino in fondo, hanno bocciato anche la gentilezza. Che pena!”

Seguici sulla nostra pagina Facebook
 

1 commento

  • Link al commento Elisabetta Venerdì, 06 Dicembre 2019 08:54 inviato da Elisabetta

    Nelle piccole realtà come Trezzano,dovrebbe distinguersi il buon senso innanzi tutto,cosa che purtroppo non succede
    Essere avversari politici non vuole dire bocciare tutto a prescindere,questo non sarà mai una cosa buona qualunque corrente politica governi
    Questo è successo contuna a succedere anche al alti livelli,dimostrando un disinteresse per il paese ,ma un buon attaccamento al potere con quel che ne consegue
    Buongiorno e buona vita a tutti

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
La "querelle"
 Cusago, tra giunta e opposizione è arrivata l’ora delle carte bollate

 Cusago, tra giunta e opposizione è arrivata l’ora delle carte bollate

Lo scorso 22 novembre è stato notificato il ricorso al Tribunale regionale amministrativo sulla legittimità degli atti e delle delibere adottate

Politica
Amministrative 2020
Primarie del centrosinistra: entro l’8 dicembre si depositano le candidature

Primarie del centrosinistra: entro l’8 dicembre si depositano le candidature

Amministrative 2020: resa pubblica la data per la scelta del candidato, il regolamento e la carta dei valori di Alleanza per Corsico

Politica
Amministrative 2020
Elezioni a Corsico, Rifondazione comunista schiera Mara Ghidorzi

Elezioni a Corsico, Rifondazione comunista schiera Mara Ghidorzi

Laureata in Sociologia, lavora in Afol Metropolitana come progettista e ricercatrice su bandi nazionali ed europei per l'inclusione sociale, lavorativa e le pari opportunità