Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 04 Luglio 2019 09:09
Dopo la chiusura di Iperdì

Iniziati i lavori all’ex Sidis: a settembre il supermercato riapre

Quello che è stato per almeno 35 anni è stato un punto di riferimento dei trezzanesi (lo chiamavano tutti ex Sidis) tornerà a vivere

Nella foto, l'ex Sidis con la nuova insegna del Gigante Nella foto, l'ex Sidis con la nuova insegna del Gigante

Sono finalmente iniziati i lavori per la ristrutturazione dell’ex supermercato Iperdì di Via Curiel a Trezzano. Il cantiere che trasformerà l’edificio in un nuovo e più moderno centro commerciale è aperto da qualche giorno e rimarrà aperto per tutta l’estate. L’inaugurazione, infatti, è prevista per il prossimo settembre.

Il punto di riferimento

Così quello che è stato per almeno 35 anni è stato un punto di riferimento dei trezzanesi (lo chiamavano tutti ex Sidis) tornerà a vivere. E torneranno a sorridere gran parte dei dipendenti che con la chiusura decisa quasi un anno fa dalla “Generalmarket srl”, il gruppo brianzolo della grande distribuzione colpito da una profonda crisi aziendale, erano  rimasti senza lavoro.

Le bandiere del Gigante

A metà settembre, il supermercato riaprirà sotto l’insegna «Il Gigante». Riassorbire la manodopera è stato uno degli impegni principali di sindacati e amministrazione locale. La protesta dei dipendenti Superdì e Iperdì era arrivata anche a Milano con presidii davanti al Pirellone, sede del Consiglio regionale della Lombardia. La crisi della catena di supermercati aveva coinvolto 670 famiglie di 43 punti vendita tra Lombardia, Piemonte e Liguria. Una trentina erano di Trezzano.

Concordato

L’azienda proprietaria dell’Iperdì (o ex Sidis che dir si voglia) era stata posta in concordato fallimentare per cui ogni accordo doveva necessariamente passare al vaglio del giudice. Dopo la cessione di alcuni punti vendita ad altre realtà imprenditoriali, sembrava che per Trezzano non ci fosse più nulla da dare.

Tornare a sorridere

Poi, finalmente è entrato in scena il Gigante che ha rilevato la struttura e garantito il lavoro a quei dipendenti che nel frattempo non ne hanno trovato un altro. Un passo importante per le loro famiglie dopo le vicende dell’ultimo anno: alcuni erano rimasti a casa, senza lavoro, prima in aspettativa, poi in cassa integrazione e, in ogni caso, con problemi relativi ai ritardi nel versamento dei relativi stipendi o sussidi. Da settembre torneranno a sorridere, e l’intera area tornerà a popolarsi .

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Sponsorizzata da:

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
Block notes
Traffico sulla Tangenziale, occhio alle nuove chiusure per lavori

Traffico sulla Tangenziale, occhio alle nuove chiusure per lavori

La manutenzione costringe la società di gestione a chiudere gli svincoli per l’autostrada  Milano Genova, quelli di Settimo Milanese e Milano San Siro

Attualità
La "querelle"
Distretto sanitario, l’appello dei residenti al Commissario prefettizio di Corsico

Distretto sanitario, l’appello dei residenti al Commissario prefettizio di Corsico

Il vice-prefetto Francesca Iacontini è stata “invitata” a partecipare in prima persona o con un funzionario da lei delegato alla riunione convocata dall’assessore alla sanità della Regione Lombardia, Gallera, per affrontare la questione

Attualità
La "moda"
Rozzano, tornano gli idioti che si “attaccano” al tram

Rozzano, tornano gli idioti che si “attaccano” al tram

Una foto scattata venerdì pomeriggio mostra due ragazzini, di poco di 13-14 anni, arrampicati alla coda del 15 che transita dalle parti di via Curiel