Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 09 Novembre 2018 11:18
La polemica

Trezzano, bufera in Consiglio: il M5s perde il seggio di Guido Nani In evidenza

Ieri sera, con la surroga a Chiara Crosti, c’è stata una seduta del Consiglio comunale che ha riacceso le polveri tra maggioranze e opposizione

Nell'immagine, l'aula consiliare del comune di Trezzano e, nel riquadro, Laura Crosti Nell'immagine, l'aula consiliare del comune di Trezzano e, nel riquadro, Laura Crosti

 Sono trascorse solo poche settimane dalla celebrazione del funerale di Guido Nani, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle di Trezzano, scomparso dopo una lunga malattia, che il cordoglio  e la solidarietà umana scattate in quella occasione sono andate in frantumi.  E la politica trezzanese è tornata a essere il solito circo.

Protagonista assoluta

Ieri sera, la surroga di Nani ha dato la stura a una seduta del Consiglio comunale che ha riacceso le polveri tra maggioranze e opposizione con accuse incrociate di mancanza di etica politica e becero opportunismo. Protagonista assoluta della serata la signora Chiara Crosti, prima dei non eletti alle amministrative del 2014 nella lista del M5s, erede del posto lasciato vacante dalla morte di Nani.

Dichiarazione d'indipendenza

Appena cooptata, la signora ha dichiarato che pur riconoscendosi nel partito di Di Maio, a livello locale non condivide il percorso fatto dal Movimento in questi anni e quindi si è resa “indipendente”. Qual è la conseguenza principale della sua presa di posizione? Che i 5stelle non saranno più rappresentati nel consiglio comunale per tutto il periodo che manca alle prossime elezioni.

Il lavoro di Guido Nani

Non è una mancanza da poco. Infatti sulla signora Crosti si è scatenato un temporale che sta infiammando gli animi sui social e i loro dintorni. Ma non è che ieri sera le sia andata meglio. Il più duro nei suoi confronti è stato Giuseppe Russomanno. Secondo il rappresentante di Controcorrente, la Crosti mancherebbe di etica morale e politica. “Se non condivide più le posizioni del Movimento – è la tesi di Russomanno – sarebbe bastato lasciare il posto al 2° candidato dei non eletti. In questo modo avrebbe garantito la continuità del lavoro svolto dal povero Guido Nani”.

Compagna dell'ex assessore

Chiara Crosti è la convivente di Valerio Grassi, ex assessore alla cultura della giunta Bottero. Secondo Russomanno avrebbe un debito di riconoscenza nei confronti del sindaco che avrebbe nominato assessore il suo compagno in un momento di grossa difficoltà sotto il profilo professionale. “Quando si hanno debiti, soprattutto in politica – è la chiusa di Russomanno – si diventa succubi dei presunti benefattori”.

Nessun appoggio

Secondo alcuni, con la dichiarazione di indipendenza della Crosti (che farà gruppo con Fabio Crimi), la maggioranza che governa Trezzano ne esce rafforzata, soprattutto perché al suo interno ci sono consiglieri, Nino Russo in testa, che non sempre si allineano sulle posizioni dettate da sindaco e vicesindaco. Questa possibilità è stata smentita categoricamente dal sindaco Bottero che a pocketnews.it ha dichiarato: “Per quanto mi riguarda la signora Crosti non darà alcun supporto alla maggioranza: questi siamo e questi rimarremo” riferendosi ai consiglieri comunali che lo sostengono.

Assente ingiustificata

Gli attivisti del M5S di Trezzano hanno diffuso un comunicato con il quale, dopo aver preso atto della decisione di Chiara Crosti di occupare l’incarico di consigliere comunale, hanno sottolineato come la stessa, abbia esercitato per legge il diritto di subentrare a Guido Nani, ma hanno sottolineato anche che “Da oltre tre anni e mezzo non frequenta più le nostre riunioni settimanali ne tantomeno partecipa ad altre iniziative del Movimento. La logica ma soprattutto l’etica avrebbero voluto che la Sig.ra Crosti subentrasse come portavoce del Movimento 5 Stelle in sinergia con tutti gli attivisti.

Etica e buonsenso

"Ma così non è stato. - conclude il comunicato - Evidentemente parole come “etica” e “rispetto” o semplicemente “buonsenso” non sono più di questo mondo. Ricordiamo alla Sig.ra Crosti che il seggio che occuperà è la conseguenza del voto dei cittadini che nelle cabine elettorali hanno dato fiducia al Movimento. Fiducia che ora viene tradita!”

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
Ma dai!
Rozzano si affida a Bergamo per la gestione condivisa della segreteria comunale

Rozzano si affida a Bergamo per la gestione condivisa della segreteria comunale

L'accordo prevede che Daniele Perotti si occupi delle questioni rozzanesi sino alla conclusione del mandato amministrativo con durata massima al 30 settembre 2019

Politica
Cambio ai vertici
Forza Italia, Valastro è il nuovo capogruppo in Consiglio comunale

Forza Italia, Valastro è il nuovo capogruppo in Consiglio comunale

“Dimissionato” Cetrangolo che non riusciva più a gestire il gruppo e a garantire sostegno alla maggioranza. Per questo motivo Errante aveva chiesto le dimissioni in bianco degli assessori Basile e Lucentini

Politica
Amministrative 2019
Elezioni: ad Assago, Musella lancia la candidatura della sua erede

Elezioni: ad Assago, Musella lancia la candidatura della sua erede

Il responsabile provinciale di Forza Italia ha presentato, durante una serata riservata, la “sua” candidata alla poltrona di primo cittadino