Seguici su Fb - Rss

Domenica, 28 Ottobre 2018 08:09
La perdita

Trezzano perde Guido Nani, il cavaliere dei 5 stelle

La scomparsa del rappresentante del M5s ha suscitato una profonda emozione in tutto il paese. Sui social il ricordo di quanti lo avevano conosciuto

Nella foto un'immagine di Guido Nani Nella foto un'immagine di Guido Nani

 È scomparso ieri pomeriggio Guido Nani, consigliere comunale di Trezzano sul Naviglio, candidato sindaco per il Movimento 5 Stelle alle elezioni del 2014 che hanno portato all’elezione di Fabio Bottero alla carica di primo cittadino. Nato a Cagliari nel febbraio del 1952, era un esperto di servizi sociali e assistenziali. Da tempo malato, durante l’anno scorso, non aveva potuto presenziare le sedute del consiglio perché impegnato in una durissima lotta contro la malattia che poi lo ha ucciso.

Profonda emozione

La sua scomparsa ha suscitato una profonda emozione tra i residenti che hanno affollato i social per inviargli il proprio personale saluto. È stato, in assoluto, il primo consigliere eletto dai 5 stelle a Trezzano. Nel 2014 aveva portato il Movimento al terzo posto nella competizione elettorale che poi ha visto il ballottaggio tra lo stesso Bottero e il candidato del centrodestra Russomanno.

Apprezzato da tutti

Nani si era fatto apprezzare da tutti, compagni di viaggio nell’avventura politica e avversari per le sue doti umane, unite a una competenza fuori dal comune, una signorilità difficile da riscontrare in chi frequenta la politica attuale e una diplomazia che lo indicava come principale interlocutore durante le difficili battaglie combattute in nome e per conto dei cittadini trezzanesi.

Presidente di garanzia

E di guerre ne ha combattute molte. Dagli appunti su bilanci non sempre chiari rilevati poi anche dai revisori dei conti, alla morosità incolpevole in aiuto a tutti coloro che per ragioni indipendenti la propria volontà correvano il rischio di perdere la propria casa. Ha perso anche qualche battaglia, ma solo perché si è scontrato contro il muro di gomma di amministratori a volte ottusi, a volte incapaci di comprendere la reale portata delle proposte. Per la sua onestà e correttezza era stato nominato presidente della Commissione Garanzia e controllo del comune di Trezzano.

Il suo biglietto da visita

Sulla sua scomparsa si sono espressi con parole di cordoglio tutti i rappresentanti politici di Trezzano e dintorni. Tutti lamentano la perdita di un amico o di un avversario con il quale il confronto non scendeva mai di livello. Ed è questo forse il migliore biglietto da visita che Guido potrà presentare  a qualsiasi porta dovesse bussare da oggi in poi.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
Servizi anti disagio
Quartiere Lavagna: in arrivo 250mila euro destinati al sociale

Quartiere Lavagna: in arrivo 250mila euro destinati al sociale

Un progetto presentato dal Comune è stato finanziato dalla Regione. I fondi saranno investiti in iniziative dedicate alle famiglie più in difficoltà

Attualità
Studiare nel Sud ovest
Omnicomprensivo di Corsico, ovvero quando la scuola conferma l’eccellenza

Omnicomprensivo di Corsico, ovvero quando la scuola conferma l’eccellenza

Gli istituti Falcone Righi e Vico anche quest’anno sono ai vertici della classifica dei migliori istituti della Lombardia compilata dalla Fondazione Agnelli

Attualità
Nuovo progetto
Truffe agli anziani, parte la tutela a domicilio

Truffe agli anziani, parte la tutela a domicilio

Un agente della polizia locale di Cesano si recherà a casa dei residenti con più di 75 anni per metterli in guardia dai più frequenti tentativi messi in atto da malviventi senza scrupoli