Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 27 Agosto 2018 12:11
Operazione dei carabinieri

Rapina e tentato omicidio a Trezzano, arrestato a Catania In evidenza

Il pregiudicato dovrà scontare 10 anni e 2 mesi di reclusione poiché riconosciuto colpevole di due reati commessi nel luglio 2013 e nel dicembre 2014 in territorio trezzanese

Nella foto, Domenico Zanti, 59 anni, condannato dal tribunale di Milano, arrestato a Catania Nella foto, Domenico Zanti, 59 anni, condannato dal tribunale di Milano, arrestato a Catania

Carabinieri della tenenza di Misterbianco, il terzo comune più popoloso della città metropolitana di Catania, nei giorni scorsi, hanno arrestato Domenico Zanti, 59 anni. Le manette sono scattate attorno ai polsi dell’uomo su ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Milano.

Dietro le sbarre

Zanti dovrà espiare la pena di 10 anni e 2 mesi di reclusione perché i giudici ambrosiani lo hanno riconosciuto colpevole di rapina e tentato omicidio in concorso, reati commessi nel luglio 2013 e nel dicembre 2014 a Trezzano sul Naviglio. L'arrestato, espletate le formalità di rito, è stato condotto nel carcere di Catania di Piazza Lanza.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

powered by

 

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Il caso del giorno
Due ragazzini importunati sessualmente, è caccia ai molestatori

Due ragazzini importunati sessualmente, è caccia ai molestatori

Una ragazza di 14 anni e un ragazzo di 15 sarebbero stati importunati. La prima ha sporto denuncia, sul secondo episodio si cercano testimonianze che confermino quanto rivelato

Cronaca
Il caso del giorno
Rubava l’elettricità: arrestato il titolare del bar “Simons”

Rubava l’elettricità: arrestato il titolare del bar “Simons”

Sul contatore aveva installato un magnete che riduceva la registrazione dei consumi di energia fornita

Cronaca
Sfiorato il dramma
Tenta il suicidio sul piazzale del cimitero, salvato dai passanti e dai carabinieri

Tenta il suicidio sul piazzale del cimitero, salvato dai passanti e dai carabinieri

L’uomo, di cui non sono state diffuse le generalità e nemmeno il luogo di residenza aveva collegato l’abitacolo dell’auto al tubo di scarico