Seguici su Fb - Rss

Martedì, 24 Aprile 2018 09:56
Amministrative 2019

Trezzano, il preside Ciocca si auto candida a sindaco In evidenza

La sua uscita ha provocato le prime fibrillazioni negli ambienti politici locali che, sottotraccia, stavano affilando le armi in vista dell’appuntamento elettorale

Vittorio Ciocca è un veterano della politica, con un impegno sempre in partiti e movimenti di sinistra Vittorio Ciocca è un veterano della politica, con un impegno sempre in partiti e movimenti di sinistra

Al Comune di Trezzano si voterà tra più di un anno, ma la lunga volata per la poltrona di primo cittadino è iniziata. C'è infatti la prima auto candidatura a sindaco. E' quella di Vittorio Ciocca, stimato dirigente scolastico del locale Istituto Comprensivo “Franceschi”. E' stato lo stesso preside ad annunciarlo sulla pagina Facebook creata per l'occasione e denominata “Vittorio Ciocca per Trezzano”. È inutile dire che la sua uscita ha provocato le prime fibrillazioni negli ambienti politici locali.

L'impegno

Vittorio Ciocca è un veterano della politica, con un impegno sempre in partiti e movimenti di sinistra, ultimo dei quali “Potere al popolo”, con il sostegno alla lista presente alle recenti elezioni Regionali del 4 marzo e la candidatura assieme a quella di Rossella Blumetti al Senato per la stessa lista.

Senza alcun paracadute

“Da circa tre lustri sono il dirigente di uno dei due poli scolastici di Trezzano s/N – ha scritto Ciocca nella tarda mattina di lunedì -. Quindici anni sono un tempo discretamente lungo che permette una buona conoscenza del territorio e della cittadinanza che in esso vive. A ciò si aggiunga un impegno politico-culturale di lunga durata: da sette anni sono il direttore responsabile de “Le voci del Naviglio”, un periodico che si è prefisso una “militanza” permanente, un presidio culturale ormai riconosciuto dai più e apprezzato da molti. Nell’approssimarsi della scadenza elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale, voglio rompere gli indugi e fare una cosa non convenzionale: autoproporre la mia candidatura per guidare una o più liste che si prefiggano di concorrere all’amministrazione della città. Lo faccio senza rete, senza alcun paracadute.”

L'invito

“Se la proposta verrà accolta da altrettanti soggetti disponibili a spendersi per il “bene comune”, ecco che la proposta si trasformerà in realtà; una realtà capace di modificare significativamente l’attuale situazione che, ai più immagino, risulti poco appetibile – continua Ciocca -. Che fare? Io credo non ci si debba attardare su analisi e recriminazioni nei confronti dell’attuale amministrazione o delle precedenti; piuttosto occorre avviare un ragionamento serio sulle scelte prioritarie da mettere in campo e trovare un’ispirazione ideale alla quale fare riferimento. Da questo punto di vista penso che la nostra Costituzione possa essere un punto di partenza autorevole e fonte certa di ispirazione.”

La Costituzione nel programma

Il dirigente del “Franceschi” fa riferimento agli articoli 1, 3, 9 e 34 della Costituzione, richiamandoli in chiave locale. “Le scelte amministrative – conclude nel messaggio -  hanno soprattutto bisogno di fissare delle priorità; è questo il lavoro che vorrei iniziare ad impostare con quanti avranno voglia, tempo ed interesse per dedicarsi all’arte più nobile: la difesa del bene comune che deve essere coltivata, curata e incrementata con consapevolezza ed attenzione.”

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
La polemica
Trezzano, bufera in Consiglio: il M5s perde il seggio di Guido Nani

Trezzano, bufera in Consiglio: il M5s perde il seggio di Guido Nani

Ieri sera, con la surroga a Chiara Crosti, c’è stata una seduta del Consiglio comunale che ha riacceso le polveri tra maggioranze e opposizione

Politica
Ma dai!
Rozzano si affida a Bergamo per la gestione condivisa della segreteria comunale

Rozzano si affida a Bergamo per la gestione condivisa della segreteria comunale

L'accordo prevede che Daniele Perotti si occupi delle questioni rozzanesi sino alla conclusione del mandato amministrativo con durata massima al 30 settembre 2019

Politica
Cambio ai vertici
Forza Italia, Valastro è il nuovo capogruppo in Consiglio comunale

Forza Italia, Valastro è il nuovo capogruppo in Consiglio comunale

“Dimissionato” Cetrangolo che non riusciva più a gestire il gruppo e a garantire sostegno alla maggioranza. Per questo motivo Errante aveva chiesto le dimissioni in bianco degli assessori Basile e Lucentini