Seguici su Fb - Rss

Domenica, 15 Aprile 2018 12:00
Le indagini

Finiscono in cella gli autori di due rapine a Cesano e a Trezzano

I due avevano assaltato una farmacia e una panetteria e sono stati individuati grazie alle telecamere di sorveglianza e alle impronte digitalii

I due pregiudicati sono gli autori di due rapine a mano armata commesse ai danni di una farmacia di Trezzano e una panetteria di Cesano Boscone I due pregiudicati sono gli autori di due rapine a mano armata commesse ai danni di una farmacia di Trezzano e una panetteria di Cesano Boscone

I carabinieri di Trezzano hanno messo le manette attorno ai polsi di un pregiudicato accusato di essere l’ autore, assieme a un complice già arrestato, di due rapine a mano armata commesse ai danni di una farmacia di Trezzano e una panetteria di Cesano Boscone. Il primo è un 46enne, il secondo un 19enne, entrambi di origini marocchine.

Telecamere e impronte digitali

L’arresto del 46enne è avvenuto al termine di una indagine scattata subito dopo che i due avevano assaltato lo scorso 3 e 17 febbraio, la panetteria a Cesano e la farmacia di Trezzano. Per individuare i responsabili, gli investigatori si sono serviti delle immagini delle telecamere di sicurezza e il ricontro delle impronte digitali lasciate dai malviventi. Così, lo scorso 24 marzo le manette erano scattate per il 19enne che era stato rinchiuso in una cella di San Vittore, questa notte, anche il secondo rapinatore ha raggiunto il suo complice nello stesso istituto di detenzione.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
‘Ndrangheta a Trezzano: sequestrati quattro appartamenti all’immobiliarista delle cosche

‘Ndrangheta a Trezzano: sequestrati quattro appartamenti all’immobiliarista delle cosche

Oltre alle proprietà immobiliari, a Orlando Demasi sono stati bloccati anche 2 conti correnti,2 polizze assicurative vita oltre a 60.000 euro in contanti ritrovati all'interno di una cassetta di sicurezza

Cronaca
Controllo del territorio
Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Buccinasco, polizia locale scopre 3,5 tonnellate di alluminio rubato 

Erano nascoste in un furgone parcheggiato in via Salieri davanti al numero 25

Cronaca
Lotta alla criminalità organizzata
A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

A Buccinasco, la mafia si occupava di ristorazione

Si chiama Ristofar la società confiscata dalla Guardia di Finanza al clan dei Mazzei. Ha la sede in viale Lazio, 25, e risulta essere sottoposta a procedura di fallimento