Seguici su Fb - Rss

Mercoledì, 28 Marzo 2018 12:11
Ristorazione scolastica

Mensa scuole, il costo del pasto va giù del 3% In evidenza

La tariffa giornaliera relativa alla ristorazione degli utenti in fascia massima diminuisce, passando da 5,15 a 5,02 euro

Ne potrà usufruire il 78% degli alunni che frequentano le mense comunali Ne potrà usufruire il 78% degli alunni che frequentano le mense comunali

Non è molto, ma è già qualcosa. A Trezzano, a partire da questo marzo, la tariffa giornaliera relativa alla ristorazione scolastica degli utenti in fascia massima diminuisce, passando da 5,15 a 5,02 euro. Si tratta di una riduzione di soli 13 centesimi, quindi più che simbolica, però, intanto c’è. Ne potrà usufruire il 78% degli alunni che frequentano le mense comunali.

Ricorso e controricorso

“Con l’appalto approvato lo scorso luglio – ha spiegato l’assessore all’Istruzione Leo  Damiani  – abbiamo previsto la diminuzione del costo del pasto a favore delle famiglie che attualmente non sono in fascia agevolata. Fino ad oggi non è stato possibile applicare lo sconto a causa di un ricorso che oggi si è concluso, almeno nella prima fase. Il giudice si è pronunciato a favore del ricorrente (il secondo classificato) che sostituirà a partire dal 1° luglio l’attuale operatore. Con il bollettino di marzo 2018, quindi, potremo applicare la tariffa scontata proposta dalla nuova azienda”.

Non cambia la sostanza

In che significa che dopo il provvedimento del Tribunale amministrativo, Euroristorazione, dovrebbe prendere il posto di Cir Food. Il condizionale è d’obbligo perché la Cir ha annunciato ricorso Consiglio di Stato e potrebbe ritornare in gioco. Questo, però, non dovrebbe cambiare la sostanza della decisione dell’amministrazione:  lo sconto sul pasto sarà assicurato in ogni caso.

Tutti i numeri della ristorazione

Qualche numero. Gli studenti che usufruiscono del servizio di ristorazione scolastica attualmente  sono  1649.  I bambini della scuola dell’infanzia e della primaria si recano in mensa tutti i giorni dal lunedì al venerdì, mentre 109 studenti della scuola secondaria di primo grado utilizzano la mensa due volte alla settimana. Per 130 alunni, inoltre, è prevista la somministrazione di dieta speciale. Per quanto riguarda le tariffe, ci sono 7 fasce  che vanno da 0,50 euro a pasto per chi è in prima fascia (con Isee da 0 a 3 mila euro) sino a5,15 euro per chi ha l’Isee oltre i 15 mila euro).  

Servizio di qualità?

“Le tariffe sono rimaste invariate da anni, senza alcun aumento – conclude il  sindaco  Fabio Bottero – e con il bollettino di marzo riusciamo ad applicare finalmente una riduzione. Da luglio, a partire dal secondo turno dei centri estivi, avremo anche un nuovo servizio, confidiamo che sia altrettanto di qualità”.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La verifica
Emissioni di polveri ferrose nell’aria, nuovo sopralluogo dei tecnici in Marchesina

Emissioni di polveri ferrose nell’aria, nuovo sopralluogo dei tecnici in Marchesina

Effettuato questa mattina una verifica all’interno della Perego spa, a Trezzano, per verificare il rispetto dell’ordinanza comunale notificata dopo l’allerta ambientale dei giorni scorsi

Attualità
Il caso del giorno
Trezzano, nuova allerta ambientale al quartiere Marchesina?

Trezzano, nuova allerta ambientale al quartiere Marchesina?

Secondo i tecnici Arpa, un’azienda che tratta materiali ferrosi della zona non ha un idoneo sistema di depurazione delle emissioni e nemmeno per il trattamento delle acque reflue

Attualità
La novità
Andare in ufficio con il proprio cane grazie al «Pets at work»

Andare in ufficio con il proprio cane grazie al «Pets at work»

Un’azienda di Assago permette ai propri dipendenti di lavorare quotidianamente, fianco a fianco del proprio animale da compagnia