Home Politica Trezzano, parla Buttè neo segretario della Lega: “Lavoriamo per l’alternativa al dopo...

Trezzano, parla Buttè neo segretario della Lega: “Lavoriamo per l’alternativa al dopo Bottero”

0
Nella foto, Mario Buttè, segretario della Lega a Trezzano

Parla il nuovo responsabile del partito di Salvini, uscito malconcio dall’ultima tornata delle elezioni locali: “Dobbiamo tornare fra la gente e allargare la base di iscritti e simpatizzanti”

Ingrandire la platea della Lega in città, capire i bisogni della gente, correggere gli errori degli ultimi tempi e prepararsi all’appuntamento elettorale post Bottero. Sono i propositi di Mario Buttè, da oltre un mese e mezzo segretario di Lega-Salvini premier a Trezzano.

Si aspettava la nomina?
“A dire il vero, non tanto. Faccio parte della lega dal 1995, sono stato assessore comunale alla Sicurezza, mandato durante il quale ritengo di avere svolto un buon lavoro. Collaboravo con Giorgio Ghilardi, nostro capogruppo al Consiglio comunale. Poi è arrivata questa nomina che mi riempie di gioia e di orgoglio. Di più: sono galvanizzato. Certo, il lavoro da fare è tanto.”

Tipo?
“Apriamo a tutti per ingrandire la base degli iscritti alla sezione di Trezzano. Già abbiamo incassato importanti adesioni sulle quali, al momento, non posso dire di più. Dobbiamo comunque rafforzare la nostra presenza sul territorio, cercando di coinvolgere tutte le categorie produttive. A breve formalizzerò il nuovo direttivo.”

Vi state chiedendo perché ultimamente avete perso in diversi comuni che sembravano vostre roccaforti?
“Nella scorse settimane io stesso ho cercato di dare una mano a Filippo Errante per riconquistare la poltrona di sindaco a Corsico. Abbiamo perso, però la Lega ha totalizzato duecento voti in più rispetto alla penultima tornata.”

A parte l’alleato Forza Italia, cosa è mancato a Corsico?
“Errante ha fatto molto bene. Credo che molti corsichesi non abbiano inteso la sua signorilità. Lui ha lasciato per trasparenza, non godendo più della fiducia di un alleato come Forza Italia. Avrebbe potuto proseguire, anche se con difficoltà. Invece ha rimesso il mandato, ripresentandosi agli occhi dell’elettorato. Di sicuro abbiamo peccato sulla comunicazione.”

E Forza Italia?
“Non entro nel merito delle decisioni di altri partiti, figuriamoci di un alleato nella coalizione nazionale del centro-destra. Non ho compreso di sicuro la scelta di non appoggiare Errante e di presentarsi da soli. In ogni caso, questa domanda dovrebbe essere posta a Forza Italia di Corsico.”

Già fatto. Il risultato non cambia: avete perso. E non solo a Corsico.
“Prendiamo atto e andiamo avanti. L’esperienza ci spinge ad andare dai cittadini e chiedere cosa non va e di puntare a fare tornare una parte del nostro elettorato nella nostra famiglia. La Lega- Salvini premier rimane il primo partito a livello nazionale. Anche in Lombardia. E ricordo che sono nostre quindici Regioni su venti. A livello comunale dobbiamo certamente fare di più.”

Come vince un sindaco?
“Con un lavoro che parte da lontano. A Trezzano sul Naviglio, per esempio, abbiamo a disposizione oltre tre anni per presentarci con un programma e un candidato ideale. Quindi dobbiamo farci conoscere di più ai nostri potenziali elettori, non facendo mancare presenza, impegno, vicinanza e aiuto. Personalmente, batto molto il tasto della sicurezza.”

A proposito, cosa c’è a Trezzano che non va secondo voi?
“Noto che il sindaco è chiuso in se stesso, l’amministrazione non lascia alcuno spazio al dialogo con  l’opposizione. Una fotocopia di quanto accade con il Governo Conte. Eppure i problemi su cui confrontarci sono tanti: territorio, sicurezza, commercio manutenzione delle strade. Ma non è asfaltando ogni tanto una strada o un parcheggio che si risolvono le questioni aperte. Con Ghilardi e gli altri due consiglieri della Lega-Salvini premier, che ringrazio per l’incessante lavoro svolto, stiamo presentando diverse interrogazioni per chiedere conto di alcune scelte dell’amministrazione. Il problema è che non ci rispondono. Tuttavia, noi continueremo a fare domande e a presentare le nostre contro proposte, sperando in un rinnovato clima di collaborazione fra amministrazione e forze di opposizione.”

 Seguici sulle nostre pagine Facebook  o Istagram

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version