Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 06 Novembre 2017 22:59
Seconda vittoria

Promozione, l’Assago torna con tre punti dalla “piscina” di Magenta

Su di un campo ai limiti della praticabilità, il gol vittoria arriva attorno al trentesimo della ripresa con Olivati che si fa trovare al posto giusto nel momento giusto

Nell'immagine, la partita dell'Assago con il Magenta giocata su un campo quasi impraticabile Nell'immagine, la partita dell'Assago con il Magenta giocata su un campo quasi impraticabile

Più che una partita di calcio è sembrata una gara di nuoto disputata su di un campo ai limiti della praticabilità. In “piscina”, pardon sul terreno di gioco, 24 ragazzi che hanno dato tutto per agguantare un risultato positivo. Alla fine ha prevalso l’Assago che ha battuto un gagliardo Magenta.

Squadra che vince non si cambia (o quasi...)

Campo ai limiti della praticabilità, si diceva. Con i gialloblù che schierano una formazione che, per 10 undicesimi, è la stessa che ha vinto contro il Robbio. Unico assente Lomonte, sostituito da Maragno, che non fa rimpiangere il compagno visto che arriva al tiro in un paio di occasioni. Prima calcia sull’esterno della rete, poi il suo destro finisce a lato. Il Magenta replica con Pisoni che, ostacolato, non riesce a concludere. Poi per l'Assago ci prova Finazzi dai 30 metri con la palla che termina a fil di palo.

Al posto giusto nel momento giusto

Nella ripresa si continua a “nuotare”. L’Assago cerca la rete del vantaggio prima con Spinelli al 64', tiro deviato in corner dal portiere del Magenta, e poi con Sandor che cerca l'incrocio dei pali, ma la palla esce di poco a lato. Il gol vittoria arriva attorno al trentesimo della ripresa con Olivati che si fa trovare al posto giusto nel momento giusto. L'assist di Porciello dal fondo va solo appoggiato in rete.

Mischie in area

La reazione del Magenta procura una serie di mischie in area di rigore, ma la difesa gialloblù è brava a chiudere ogni varco.L’unico pericolo per Burchielli arriva su un colpo di testa a palombella deviato in calcio d’angolo dal portiere assaghese. L’ultima emozione la regala al 90' Maragno che su una ripartenza, supera il suo marcatore e conclude: Cotugno para. Al fischio finale, l'Assago può festeggiare la seconda vittoria consecutiva.

ASSAGO - MAGENTA : 1-0

ASSAGO: Burchielli, Fiorani, Pastori, Spinelli, Imbimbo, Lella, Olivati, Marino, Sow, Finazzi, Maragno A disp.: Cossa, Stefanelli, Corbella, Porciello, Sandor, Cetrangolo, Puggioni All. Abbate

MAGENTA: Cotugno D., Decio, Giannì, D'Angelo, Candiani, Vita, Pisoni, Cotugno M., Diaw, Sangalli, Losa A disp.: Temporiti, Tummarello, Colombo, Porta, Veneziani, Paoluzzi, Baldelli All. Maltagliati

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La rinascita
Arriva il Real e Trezzano ritrova il derby

Arriva il Real e Trezzano ritrova il derby

Tornano i tempi in cui le società locali si chiamavano Vigor, Trezzano, Athletic, Real Trezzanese, Naviglio. Tempi in cui la rivalità sportiva era viva e dava luogo a confronti infuocati, sempre nel rispetto reciproco

Rugby
La rinascita
Il Rugby riparte con un “pieno” di Cinghiali e Cinghialotti

Il Rugby riparte con un “pieno” di Cinghiali e Cinghialotti

Dopo aver rischiato di scomparire, la società cesanese ha ricostituito le categorie Under 6, 8, 10, 12 e 14 e ha partecipato alle attività della Federazione Italiana, oltre a tornei nazionali e internazionali

Calcio
La rinascita
A Trezzano, il calcio riparte dalla Terza categoria

A Trezzano, il calcio riparte dalla Terza categoria

Al mister Salvatore Mento è stata affidata una rosa di 18 elementi (per il momento), quasi tutti provenienti dal settore giovanile dell’ex Trezzano calcio, con la quale proverà a guadagnarsi la promozione