Seguici su Fb - Rss

Mercoledì, 12 Luglio 2017 11:27
La guerra/3

Cesano Rugby: salta l’assemblea, in pericolo l’iscrizione ai campionati In evidenza

Fallito l’incontro che avrebbe dovuto stabilire chi ha diritto e chi no, ad eleggere il nuovo direttivo

400 ragazzi di ogni età perderanno la possibilità di continuare a praticare lo sport che amano 400 ragazzi di ogni età perderanno la possibilità di continuare a praticare lo sport che amano

Ormai si può chiamare guerra, quella scoppiata tra Nunzio Notaristefano fondatore del Cesano Rugby e il gruppo che fa capo al presidente Massimo Maule. Lunedì sera in una sala del club di via Don Sturzo, a Cesano Boscone, si è tenuto l’incontro con gli avvocati dei due schieramenti per definire i diritti al voto in assemblea, assemblea che avrebbe dovuto eleggere il nuovo direttivo e permettere il disbrigo di tutte le operazioni per continuare l’attività sportiva. Purtroppo, l’incontro è naufragato. Le parti in causa non hanno trovato un accordo e il rischio che non si riesca a iscrivere le squadre ai campionati federali diventa sempre più concreto.

Arbitrato rifiutato

Maule era accompagnato da Cora Cannizzo, Cristina Maldera e Marco Ravizzini, il suo avversario Nunzio Notaristefano da Lorenzo Castagna. Dalle indiscrezioni raccolte da pocketnews.it pare che se Maule avesse accettato i criteri proposti per definire gli aventi diritto al voto nella nuova assemblea, si sarebbe ritrovato in minoranza e quindi  avrebbe rifiutato l'arbitrato. A questo punto non si sa né quando, né come sarà possibile organizzare una nuova assemblea ed eleggere il nuovo direttivo, visto che l’ultima è stata annullata dalla federazione.  

Chi paga i debiti?

Nella querelle non ci sono solo aspetti formali. C’è anche sostanza, molta sostanza. Secondo quanto scritto dallo stesso Notaristefano sui social e in una nota inviata alla redazione di pocketnews.it sulla società graverebbero debiti per circa quarantamila euro, 20 mila euro verso le banche, 15 mila di spese per l’acquisto di prodotti alimentari, documentati, verso la Metro. Non solo. In segreteria sarebbero giacenti bollette per spese di gestione per oltre 7 mila euro.

Nessun passo in dietro

Sulla vicenda c’è un punto fermo. L’annullamento da parte della Federazione Rugby dell’assemblea del 25 maggio. Il nocciolo della questione è: chi ha votato in quella occassione aveva o no il diritto di voto? Secondo Notaristefano no, secondo Maule sì.  I due fronti si contrappongono senza cedere di un millimetro. Il dramma è che se nessuno cede, 400 ragazzi di ogni età perderanno la possibilità di continuare a praticare lo sport che amano.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La rinascita
Arriva il Real e Trezzano ritrova il derby

Arriva il Real e Trezzano ritrova il derby

Tornano i tempi in cui le società locali si chiamavano Vigor, Trezzano, Athletic, Real Trezzanese, Naviglio. Tempi in cui la rivalità sportiva era viva e dava luogo a confronti infuocati, sempre nel rispetto reciproco

Rugby
La rinascita
Il Rugby riparte con un “pieno” di Cinghiali e Cinghialotti

Il Rugby riparte con un “pieno” di Cinghiali e Cinghialotti

Dopo aver rischiato di scomparire, la società cesanese ha ricostituito le categorie Under 6, 8, 10, 12 e 14 e ha partecipato alle attività della Federazione Italiana, oltre a tornei nazionali e internazionali

Calcio
La rinascita
A Trezzano, il calcio riparte dalla Terza categoria

A Trezzano, il calcio riparte dalla Terza categoria

Al mister Salvatore Mento è stata affidata una rosa di 18 elementi (per il momento), quasi tutti provenienti dal settore giovanile dell’ex Trezzano calcio, con la quale proverà a guadagnarsi la promozione