Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 27 Febbraio 2017 09:23
Prima Categoria

Il Bucci si fa un’iniezione di speranza

I rossoblù del presidente Franchina, con il pareggio nel recupero infrasettimanale e la vittoria di domenica pomeriggio, tengono ancora aperte le porte della salvezza

Placchesi, in maglia bianca, è l'autore del rigore che ha regalato la vittoria al Buccinasco nella gara contro il SantoStefano Ticino Placchesi, in maglia bianca, è l'autore del rigore che ha regalato la vittoria al Buccinasco nella gara contro il SantoStefano Ticino


Quattro punti di speranza. Sono quelli conquistati dal Buccinasco nel recupero della gara del campionato di Prima Categoria con il Settimo Milanese di giovedì sera e nella partita di domenica pomeriggio contro il Santo Stefano Ticino. In entrambi gli incontri, la squadra è sembrata reagire a un destino che sembra inevitabile: la retrocessione in seconda categoria. È troppa la differenza di punti che la separa dal penultimo posto che le permetterebbe di partecipare almeno ai play out. Probabilmente non si salverà, ma almeno, se continua su quatsa strada, avrà combattuto sino all’ultimo. 

Le redini del gioco

Come contro il Santo Stefano Ticino, gara in cui il Buccinasco prende subito le redini del gioco e mette in grossa difficoltà la difesa lenta dei ticinesi. Nei primi minuti c’è subito un’occasione per il Bucci: rimessa laterale di Gennari con palla molto lunga che arriva in area di rigore, a Pavia che in rovesciata batte il portiere per l'1 a 0. Subito dopo ecco un calcio di rigore guadagnato da Franchina dopo un’azione ben orchestrata: lancio lungo della difesa per Capobianco che scatta sulla fascia e di sinistro in scivolata riesce a mettere in area di rigore. Sulla palla si avventa Franchina che in scivolata tira verso la porta ma la sfera viene stoppata con la mano da un difensore del Santo Stefano. Plachesi sul dischetto non sbaglia spiazzando il portiere. Verso la fine del primo tempo un’occasione per il Santo Stefano in sospetto fuorigioco ma il numero 11 a tu per tu con Burzi calcia alto.

Il nervosismo di Careri

Il secondo tempo si riapre sulla falsariga del primo: Buccinasco che pressa, il Santo Stefano non riesce ad uscire dalla sua metà campo. Al 70° un occasione per i ticinesi con una palla tagliata in area di rigore ma l'attaccante spreca con la porta vuota, tirando alto e scheggiando la traversa. Una gara che sembrava chiusa si riapre intorno all'80 grazie a un rigore a favore del Santo Stefano, procurato da Careri che già ammonito si fa espellere,  un Careri molto nervoso già dal recupero contro il Settimo milanese di giovedì sera. Il centravanti del Santo Stefano segna spiazzando il portiere. Dopo dieci minuti di sofferenza i tre punti vengono iscritti nell’anemica classifica e la rimpolpano.

LE PAGELLE:
Burzi sv: poco impegnato, non può far nulla sul rigore
Gennari 6,5: corre molto sulla fascia, sua la rimessa laterale che propizia il gol
Trucci 6: poco impensierito dagli attaccanti del Santo Stefano
Aguiari 6: come Trucci
Careri 5: molto nervoso suo l'intervento per il fallo di rigore
Capobianco 6,5: si da molto da fare sulla fascia. Avvia l'azione che procura il rigore della vittoria
Pavia 7: spinge e pressa a più non posso, splendida la rovesciata sul gol
Milita 6,5: con Camesasca crea una barriera a centrocampo ed impedisce agli ospiti di ripartire
Camesasca 6,5: come Milita
Plachesi 6: molto statico ma freddo a trasformare il rigore del 2 a 0
Franchina 6,5: corre (si fa per dire) su tutto il fronte offensivo, sua la conclusione che propizia il rigore del 2 a 0

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La rinascita
Arriva il Real e Trezzano ritrova il derby

Arriva il Real e Trezzano ritrova il derby

Tornano i tempi in cui le società locali si chiamavano Vigor, Trezzano, Athletic, Real Trezzanese, Naviglio. Tempi in cui la rivalità sportiva era viva e dava luogo a confronti infuocati, sempre nel rispetto reciproco

Rugby
La rinascita
Il Rugby riparte con un “pieno” di Cinghiali e Cinghialotti

Il Rugby riparte con un “pieno” di Cinghiali e Cinghialotti

Dopo aver rischiato di scomparire, la società cesanese ha ricostituito le categorie Under 6, 8, 10, 12 e 14 e ha partecipato alle attività della Federazione Italiana, oltre a tornei nazionali e internazionali

Calcio
La rinascita
A Trezzano, il calcio riparte dalla Terza categoria

A Trezzano, il calcio riparte dalla Terza categoria

Al mister Salvatore Mento è stata affidata una rosa di 18 elementi (per il momento), quasi tutti provenienti dal settore giovanile dell’ex Trezzano calcio, con la quale proverà a guadagnarsi la promozione