Seguici su Fb - Rss

Domenica, 26 Febbraio 2017 17:48
Esordienti 2005

I rossoblù inciampano in una giornata da dimenticare

Troppo brutti per essere veri: i buccinaschini avevano le gambe molli, scarsa voglia di correre, un’apatia che ha permesso ai loro avversari della Lombardia 1 di fare quel che volevano. 6 a 0 il risultato finale

Troppo brutti gli Esordienti del Buccinasco visti contro la Lombardia 1 per essere veri Troppo brutti gli Esordienti del Buccinasco visti contro la Lombardia 1 per essere veri

Sei schiaffi. Sono quelli rifilati dagli esordienti della Lombardia 1 ai pari età del Buccinasco. Doveva essere la partita della rivincita (i rossoneri erano stati gli unici a battere i buccinaschini nel girone di andata, in una gara che aveva lasciato rimpianti per come era stata diretta), invece è stata una vera e propria débâcle. Con un’unica consolazione. Troppo brutti i rossoblù per essere veri. Avevano le gambe molli, scarsa voglia di correre, un’apatia che ha permesso ai loro avversari di fare qual che volevano: sei gol, per l’appunto. Una giornata storta può capitare, l’importante che serva di lezione per il futuro. Il calcio è un gioco in cui se non ti impegni, se hai paura dell’avversario, se non lotti sino all’ultimo secondo, è inutile giocare.

Una via crucis

La cronaca della gara è quella di una via crucis. In apertura, il Buccinasco schiera Mantovani, Buoncristiano, Maruca, Gradeci, Artoni, Barbaro, Kryeziu, Maccari e Suighi (gli stessi nove che solo sette giorni prima avevano fatto tremare le gambe alle Esordienti del Milan). Questa volta, invece, è la Lombardia 1 a partire subito a mille e a segnare, al 6' minuto, il gol del vantaggio. Passano solo due minuti ed ecco un’altra occasione per la Lombardia 1 con palla che sorvola la traversa. Al 12' ancora occasione per la Lombardia 1 che, partita dalla propria area con scambi in velocità, arriva fin davanti a Mantovani, senza che nessuno riesca a contrastare il portatore di palla. Per fortuna, la palla va di poco a lato.

L'unico sussulto

Al 16' l’unico sussulto rossoblù della gara: grande giocata di Rocco Barbaro, che parte dalla fascia in velocita, arriva fino al limite dell'area avversaria e scocca un gran tiro. La palla colpisce in pieno la traversa, viene recuperata da Gradeci che solo davanti al portiere calcia fuori. Non sbagliano invece gli avanti avversari che sul finire del primo tempo, sull’ennesimo errore della difesa rosso blu, insaccano la palla 2-0. Secondo tempo entrano Zung, Catalano, Buoncristiano, Maruca, Bianchino, Lusiani, Melchionna, Vinci e Gradeci. La musica, però, non cambia.

Mira sbagliata

Il Buccinasco in attacco non riesce a liberare un uomo al tiro e quando ce la fa, le punte per precipitazione o imprecisione, sbagliano la mira, i ragazzi della Lombardia 1 sorprendono di continuo centrocampo e difesa rossoblù e Zung è costretto a fare miracoli a ripetizione per salvare la porta. Su uno dei rari contropiedi del Buccinasco, ci prova Bianchino ma il portiere rossonero para. All’8' Vinci solo davanti al portiere non aggancia la palla. Poi, immancabile, arriva un altro gol della Lombardia 1 e siamo sul 3 a 0. Parte il terzo tempo e solo dopo un minuto si va sul 4-0. Il Buccinasco non c’è più.  La Lombardia 1 non si ferma e chiude la partita al 19' sul 6-0. Risultato facile e ottenuto su un Buccinasco completamente assente.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Sport
Pallacanestro
Assago: dopo 5 anni negli Usa, Messina approda all’Armani Basket

Assago: dopo 5 anni negli Usa, Messina approda all’Armani Basket

Il coach è tornato in Italia dopo il quinquennio vissuto in una delle più prestigiose franchigie della Nba, il San Antonio

Calcio
La manifestazione
Corsico: i Pulcini Red devils alla prova della Milan Cup

Corsico: i Pulcini Red devils alla prova della Milan Cup

I “diavoli rossi” hanno affrontato i pari età delle scuole calcio di Catania (vittoria per i ragazzi del presidente Durante per 3 a 2), Roma, (1 a 1), Trieste (1 a 0 per i corsichesi) e Firenze (2 a 2)

Sport
La finale
Ginnastica acrobatica: Cesano si gioca in casa il titolo di Campione d’Italia

Ginnastica acrobatica: Cesano si gioca in casa il titolo di Campione d’Italia

Alla finale, che si disputerà nel palazzetto di via Vespucci, parteciperanno ben 230 atleti di 9 società che si contenderanno il gradino più alto del podio