Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 02 Dicembre 2019 13:51
Campionato di Promozione

L’Assago perde anche in casa e si allontana dalle zone alte della classifica

Terza sconfitta consecutiva per il gialloblù. Questa volta a lasciare la squadra con un pugno di mosche in mano è il La Spezia

nella foto, una fase della gara Assago - La Spezia nella foto, una fase della gara Assago - La Spezia

Piange il cielo (la pioggia dei giorni scorsi) ma non è che sulla terra si rida poi molto. Almeno dalle parti dell’Assago che domenica ha incassato la terza sconfitta consecutiva. Eppure, i gialloblù hanno giocato ed hanno avuto le loro buone occasioni per segnare. Invece, il gol lo ha fatto il La Spezia.

Sponsorizzato da:

Botta e risposta

Le occasioni, si diceva. Come quella capitata sulla testa di Franchi su punizione calciata da Putignano, e su cui il portiere ospite, Todesco, è riuscito a compiere un mezzo miracolo. Anche il portiere di casa, Catena, ha fatto il suo dovere sulla botta di Santobuono dal limite destro dell'area di rigore, deviata in angolo. O come quella capitata a Convertino su corner al 30', con un destro al volo finito alto. Nulla da fare. Il risultato, alla fine del primo tempo non è cambiato e le squadre sono rientrate negli spogliatoi con il risultato inchiodato sullo 0-0.

Squadra sorpresa

Nel secondo tempo i gialloblu hanno giocato, il La Spezia ha avuto una nuova occasione per portarsi in vantaggio ancora con Santobuono con un rasoterra che Catena ha respinto di piedi. Tra i gialloblù, Tosoni ci ha provato con un destro che si è spento sul fondo.  Lo 0 a 0 ha retto regge sino a quando l’estremo difensore del La Spezia, Todesco, non ha recuperato palla e rilanciato immediatamente. I gialloblù hanno faticato a reagire e l’azione si è conclusa con un cross di Zakaryan spinto in porta da Sorrenti.

La reazione

Lo svantaggio ha provocato la reazione dell’Assago che ha cercato più volte il tiro dalla distanza con Putignano e Convertino, ma non c’è stato nulla da fare. Convertino ci ha provato anche con una punizione che ha sfiorato l'incrocio dei pali e quando a una decina di minuti dal triplice fischio finale, una grandissima parata di Todesco gli ha negato il gol.
 
ASSAGO: Catena, Trimboli (40'st Guarino), Mancosu, Mangiarotti,  Fiammenghi, Galletti, Franchi (17'st Bandini), Putignano, Trovato,  Convertino, Tosoni (47'st Schiavoni)
A disp.: Di Terlizzi, Sinisi, Sbertoli, Binda, Borgese, Grimaldi
All. Gallanti

LA SPEZIA: Todesco, Fiorani, Zilocchi, Romano, Evangelisti (17'st Mangone), Magnaghi, Zakaryan (29'st Cherif), Santobuono, Sorrenti (45'st Cassano), Melogli, Cavallari (27'st Pilor)
A disp.: Greguol, Esmail, Porreca, Gabor, Satraoui
All. Quaranta

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Calcio
Campionato di Seconda Categoria
Il Cesano perde la testa (della classifica) dopo una gara vietata ai deboli di cuore

Il Cesano perde la testa (della classifica) dopo una gara vietata ai deboli di cuore

Partita con continui colpi di scena, sorpassi e controsorpassi sino al rigore realizzato da Iacuaniello sui titoli di coda (al ’95)

Calcio
Campionato di Seconda Categoria
Il Romano Banco rallenta e manca il sorpasso al Cesano

Il Romano Banco rallenta e manca il sorpasso al Cesano

Buccinaschesi fermati sullo 0-0 dalla Vercellese 1926. Una gara con poche azioni da rete. In casa biancoverde rammarico per non avere approfittato del mezzo passo falso dei gialloblù

Sport
Acrobatica
La ginnastica dell’Idrostar centra un bel 13 (medaglie) a Verona

La ginnastica dell’Idrostar centra un bel 13 (medaglie) a Verona

Quella nella terra di Romeo e Giulietta è stata la conferma della bellissima prestazione realizzata a Mainz nell'ottobre scorso…