Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 07 Ottobre 2019 07:46
Campionato di Seconda Categoria

Il Real Trezzano si veste da Babbo Natale, il Romano Banco ne approfitta

Gara dai due volti al campo di via Don Casaleggi. Ospiti sempre in vantaggio, ma sul 2-2 l'arbitro non vede un gol dei locali che poteva cambiare il risultato finale

I verdi del Romzno Banco espugnano il campo di via Don Casaleggi, a Trezzano I verdi del Romzno Banco espugnano il campo di via Don Casaleggi, a Trezzano

Il Trezzano sbaglia l'approccio alla gara. Come se fossimo già a Natale, regala il primo tempo a un Romano Banco che vìola il campo Vigor grazie anche a un episodio molto dubbio avvenuto nel secondo tempo. Sul momentaneo 2-2, poteva cambiare volto alla partita. Non è stato così, gli ospiti hanno portato a casa tre punti pesanti, in attesa della stracittadina di domenica prossima sul proprio terreno di gioco.

Primo tempo da dimenticare per i gialloneri

Gialloneri inguardabili nella prima frazione di gioco. Già al 10' il Romano Banco passa con De Mattia. Bennici riesce a pareggiare, ma a 5 minuti dalla pausa ospiti di nuovo in meritato vantaggio con Belfi.

Ripresa scoppiettante

Nella ripresa si vede un altro Real Trezzano. Il 2-2 è frutto di un autogol. I ragazzi di Sciorio non si fermano e spingono in attacco.

Episodio chiave: gol sì, gol no!

Quindi l'episodio cruciale: Bennici scaglia un tiro fortissimo, il pallone timbra la traversa interna e, alla vista dei più,  sul rimbalzo avrebbe oltrepassato la linea di porta. Non solo: il pallone va di nuovo sulla traversa e torna giù, come una trottola impazzita. I calciatori locali giurano di aver visto di nuovo il pallone dentro la porta. L'arbitro Boccadamo non se accorge e fa cenno di proseguire fra le proteste dei locali.

Semaforo verde per i… verdi

Classico del calcio. Passano tre minuti e il Real Trezzano si ritrova sotto, per la rete messa a segno dal biancoverde Vecchio sugli sviluppi di calcio di punizione dal limite. Alla ricerca del pareggio, fra ammonizioni e gioco molto spezzettato, i locali si sfilacciano e subiscono il definitivo 2-4 su autogol,l'ennesimo regalo.

Squadra giovane

In questo momento, il Real Trezzano paga una certa inesperienza del parco giocatori. In rosa, i fuori quota sono ben 18, è la squadra più giovane del torneo. Una politica a medio e lungo periodo, che ha bisogno di tempo per raccogliere i frutti. Domenica prossima impegno arduo sul campo della capolista Concordia, prima in classifica e desiderosa di tornare in Prima Categoria. Il Romano Banco, invece, è ancora alla ricerca della propria identità. Nonostante gli alti e bassi, però, ha raggiunto una posizione di classifica che le permette di guardare con fiducia al futuro.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Sponsorizzaro da:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Calcio
Campionato di Seconda Categoria
Calcio
Campionato di Seconda Categoria
Il Cesano cura la paura con una doppia magia di Savino

Il Cesano cura la paura con una doppia magia di Savino

La punta gialloblù regala spunti di gran classe e ribalta la Freccia Azzurra che si era portata in vantaggio con Freddi

Calcio
Campionato di Seconda Categoria
Corsico nel caos, mister Fantini e sei giocatori abbandonano la società

Corsico nel caos, mister Fantini e sei giocatori abbandonano la società

Ieri ennesima sconfitta interna contro il lanciatissimo Robur Albairate. Intanto appare delicata la situazione nella società. I retroscena della rottura: le versioni del presidente Durante e del tecnico

Calcio
Campionato di Seconda Categoria
Il Romano Banco è “bestia nera” del Buccinasco: vince la stra-cittadina e conferma il terzo posto

Il Romano Banco è “bestia nera” del Buccinasco: vince la stra-cittadina e conferma il terzo posto

I rossoblù del presidente Franchina battuti allo “Scirea” per 2-3. Tra i biancoverdi grande prestazione di Andrea Bevini, autore di una doppietta. Due gol anche per Radisa, entrambi su rigore. Le squadre penalizzate da un pessimo arbitraggio