Seguici su Fb - Rss

Martedì, 23 Aprile 2019 17:55
Barcellona andata e ritorno

Torneo “Copa Santa”: Trezzano dalla Spagna con onore

I viola sfiorano la qualificazione nel torneo internazionale disputato a Barcellona durante il weekend di Pasqua

nella foto, la delegazione trezzanese in Spagna nella foto, la delegazione trezzanese in Spagna

Si chiama “Copa Santa” il torneo internazionale che un manipolo di giovani calciatori di Trezzano ha disputato, durante il ponte di Pasqua, a Barcellona. Un’esperienza che da sempre arricchisce sotto il profilo prima umano, poi tecnico, coloro che vi partecipano.

Perfetta parità

Il bilancio sportivo dei ragazzi del presidente Vaccarello, è in perfetta parità: due vittorie e due sconfitte. Le vittorie sono arrivate con il Villaclarence e con i tedeschi del Straelen, la formazione più accreditata a superare il girone e a disputarsi la coppa.

Il mattatore

Entrambe le gare si sono concluse con il risultato di 1 a 0 per i trezzanesi, allenati da Andrea Tripodo. Mattatore, Matteo Baroni, autore di entrambe le reti che, a inizio torneo, hanno proiettato i viola in vetta alla classifica del girone. La qualificazione alla fase successiva era a  portata di mano.

Rigore dubbio

La doccia fredda è arrivata quando hanno affrontato gli argentini dell’Almafuerte che hanno vinto per 1 a 0 grazie a un rigore dubbio concesso dal direttore di gara. La partita decisiva per il superamento del turno è stata quella disputata con gli spagnoli dell’Atarrabia, chiusa 2 a 1 dagli andalusi, gol “italiano” di Luca Speziali. Peccato.

Tutti i viola in trasferta

La delegazione trezzanese, con alla guida i dirigenti Daniele Missoni e Alessandro Portuano era composta da Angelo Guarnera, Luca Portulano, Lorenzo Portulano, Alessandro Za, Stefano Mannino, Luca Speziali. Luca Missoli, Matteo Cattaneo, Matteo Baroni, Davide Grasso, Federico Caracciolo, Federico Zanisi, Davide Varasi, Alessandro Sada, Mattihias Croce e Francesco Ricca. Una citazione a parte merita Matteo Santostefano che in Spagna non è andato perché ha sacrificato, in campionato, la sua tibia. A lui, i suoi compagni hanno dedicato le due vittorie.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Calcio
Campionato di Seconda Categoria
Poker di reti dei gialloneri ai danni del Corsico. Cesano si mangia  le mani, il Romano Banco finisce in nove

Poker di reti dei gialloneri ai danni del Corsico. Cesano si mangia le mani, il Romano Banco finisce in nove

Tutti i risultati del turno infrasettimanale del campionato di Seconda categoria: Real Trezzano sfonda nel derby, Buccinasco corsaro, pari per Romano Banco e Idrostar

Calcio
Campionati dilettanti
Promozione: l’Assago sale a quota 9 e si gode la vetta della classifica

Promozione: l’Assago sale a quota 9 e si gode la vetta della classifica

Mister Gallanti: “È stata una bella partita, potevamo vincerla come poteva vincerla il Sedriano, ma stiamo costruendo un bel gruppo e abbiamo meritato la vittoria”

Calcio
Campionato di Seconda Categoria
La “prima volta” del Corsico, arriva al termine di una gara combattuta fino alla fine

La “prima volta” del Corsico, arriva al termine di una gara combattuta fino alla fine

Il Macallesi battuto quando la gara sembrava incanalarsi sul pareggio subìto a causa di una sfortunata uscita con tanto di autorete del portiere Volpini