Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 22 Ottobre 2018 11:51
Campionato di Promozione

L’Assago combatte, ma cede ai primi della classe

Nonostante le difficoltà, i gialloblù (in dieci per l'espulsione di Spinelli) non hanno mollato e sono riusciti a portare al termine una  partita che forse avrebbe potuto pareggiare

Sconfitta onorevole dell'Assago contro la prima della classe del campionato di Promozione Sconfitta onorevole dell'Assago contro la prima della classe del campionato di Promozione

Si è disputata ieri a Trezzano la partita tra Assago e Viscontea Pavese. La Viscontea, prima della classe nel campionato di Promozione, gioca un gran primo tempo, ma l’Assago mostra il meglio del proprio repertorio nel secondo tempo, quando pareggia grazie a Convertino. La rete dell’esterno gialloblù forse illude gli uomini di mister Sabatino (sostituto di Gallanti squalificato) che non fanno i conti con Cò, il più esperto degli uomini di mister Diana, che, in area di rigore, approfitta di un rimpallo e sigla il gol della vittoria.

Lasagni capitano

Già dai primi minuti della partita, i difensori dell’Assago, tra cui ritorna in campo Lasagni con la fascia di capitano al braccio, devono sobbarcarsi di una enorme fatica per tenere a bada le punte avversarie. Dopo due minuti, Cò colpisce la sfera di testa, e all’11’ Gabaglio scaglia un destro dai venti metri che termina di poco a lato. È il preludio al gol che arriva al ventesimo minuto con lo stesso Gabaglio.

 Burchielli protagonista

L’Assago risponde con Loi al 25’, mentre al 32’ Magenis mira all’incrocio dei pali e costringe Burchielli alla grande parata. La gara diventa ancora più complicata per l’Assago quando Spinelli si becca un cartellino rosso per una protesta di troppo. L’Assago, nonostante tutto, non molla, e si riprende al 52’ grazie a un gol di Convertino che scaglia un destro imprendibile appena entra in area di rigore avversaria.

Il rimpallo

Nel secondo tempo la Viscontea non è più quella del primo. Adesso l’Assago regge bene e riparte. In questa fase, l’occasione migliore per gli ospiti arriva al 67’ con un tiro di Sconfietti, parato da Burchielli. A rompere gli equilibri ci pensa Cò che approfitta di un rimpallo favorevole e sigla la rete decisiva per il risultato della partita.

Le ultime speranze

I gialloblu comunque non mollano, e potrebbero riportare in parità la gara con Trovato che libera Fiorani: il suo destro sorvola la traversa e spegne ogni speranza. Chiusa la partita, il prossimo appuntamento sarà settimana prossima con la trasferta di Settimo Milanese.

ASSAGO: Burchielli, Fiorani, Allegretti, Colombo (36'st Savoia), Lasagni, Borgese, Stefanelli (24'st Marotto), Spinelli, Loi (35'st Sow), Convertino, Trovato
A disp.: Guasco, Mancosu L., Beretta, Trimboli, Battagin, Mancosu F.
All. Sabatino

VISCONTEA PAVESE: Stocchi, Jervasi, Leoni (47'st Palmieri), Magenis, Eugenio, Cozzi, Sconfietti (23'st Modoni), Cattaneo, Cò (45'st Munari), Gabaglio (37'st Pistorino), Lasi
A disp.: Miljkovic, Vignati, Bignami, Meraviglia, De Chirico
All. Diana

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Calcio
Campionato di Seconda Categoria
Il Cesano batte il Romano Banco grazie a due calci di punizioni fotocopia

Il Cesano batte il Romano Banco grazie a due calci di punizioni fotocopia

Bel derby d'alta classifica fra cesanesi e buccinaschini. Ospiti in vantaggio con Davide, poi due tiri di Savino regalano i tre punti ai padroni di casa

Calcio
Campionato di Seconda Categoria
Il Trezzano inciampa sull’Albairate e rimedia la nona sconfitta

Il Trezzano inciampa sull’Albairate e rimedia la nona sconfitta

Pur con una importante campagna acquisti invernale, la squadra non riesce a dare continuità alla sue prestazioni

Volley
Volley
La pallavolo Trezzano comincia il 2020 con una vittoria coi fiocchi

La pallavolo Trezzano comincia il 2020 con una vittoria coi fiocchi

Battute in tre set le ragazze dell’Up 12, grazie a un gioco di attacco che non ha lasciato scampo alle avversarie