Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 21 Maggio 2018 10:30
Pallacanestro

I Bionics espugnano Cantù e fanno il primo passo verso la promozione

Tutte le attenzioni sono ora rivolte a Gara 2, che si giocherà mercoledì 23 Maggio, a Buccinasco, nella palestra di Via Tiziano. Per i gialloneri vincere significa assicurarsi il passaggio in Serie C Gold

Con una serie di triple (Fant, Romanoni, Casciano), i buccinaschini spiccano il volo Con una serie di triple (Fant, Romanoni, Casciano), i buccinaschini spiccano il volo

I buccinaschini tornano tra le mura nemiche del palazzetto Parini: palcoscenico già di una sconfitta durante il campionato. Infatti, Cantù è un avversario temuto e conosciuto, che si è piazzato primo nel girone di qualificazione. Quale occasione migliore per ribaltare le aspettative? I Bionics arrivano con la consapevolezza di dover scalare una montagna per ottenere un risultato positivo. Cantù, da parte sua, ha la convinzione di conoscere bene i propri avversari e non si aspetta sorprese di alcun tipo.

Tutto secondo i piani

Il primo quarto rispecchia le aspettative di tutti: Cantù entra in campo a gamba tesa e dopo tre minuti di gioco il tabellone segna 9-0 per i brianzoli. Non demoralizzarsi sembra l’obiettivo primario. Kisonga e Anelli aprono le danze dei gialloneri, ma nulla sembra sufficiente a placare l’avanzata avversaria. Il distacco non passa inosservato: 14-5, e mancano ancora 5 minuti alla fine del quarto. Fortunatamente, la grinta dei canturini non spaventa i gialloneri che sembrano essere particolarmente lucidi e, passo dopo passo, riescono a contenere gli avversari e a diminuire la distanza (15-19).

Sulla linea del primo quarto

Il secondo quarto segue la linea del primo. I minuti scorrono veloci, la palla passa da una mano all’altra e non fatica ad arrivare all’obiettivo: Cantù protegge con gelosia il vantaggio conquistato, quasi a voler sbeffeggiare i gialloneri in trasferta. L’orgoglio giallonero non tarda a farsi strada tra i giocatori, così i Bionics non rimangono indietro e, a metà del secondo quarto le squadre sono in parità (28-28). Continuano così per qualche minuto, solo negli ultimi secondi i padroni di casa riprendono le fila del discorso e le redini del gioco: riassestano il tiro e mettono al sicuro il vantaggio (39-31).

Mai arrendersi

Far prendere fiato a mente e corpo sembra estremamente necessario: i primi due quarti sono stati giocati ad una velocità tale che la pausa dovrà servire a recuperare forze e concentrazione. I tifosi sono eccitati e curiosi: chi riuscirà a mantenere questa lucidità fino al suono della sirena? Le squadre rimettono piede in campo, e Cantù non sembra disposta a scendere a compromessi. I minuti scorrono, la stanchezza inizia a farsi sentire, ma i padroni di casa assaporano già la vittoria quando, a metà del tempo, raggiungono il massimo distacco dai gialloneri (+10). Si può dire che la costanza dei Bionics non perde un colpo, anzi: i buccinaschini, in cerca di riscatto, si riassestano e diminuiscono le distanze mentre i canturini iniziano a sentire il loro fiato sul collo ed il quarto si chiude con un vantaggio insignificante (54-53).

Chi la dura la vince

Il quarto decisivo è iniziato e i primi due minuti di gioco scorrono senza alterazione degli equilibri. È Bologaro a firmare il sorpasso dei canturini (55-54) e da quel momento i gialloneri diventano inarrestabili. Con una serie di triple (Fant, Romanoni, Casciano), spiccano il volo. I padroni di casa, sconcertati, non sanno più come far girare la palla per uscire da una situazione di stallo. Mancano due minuti e i gialloneri osservano orgogliosi il tabellone: 66-57. I canturini si squadrano sbalorditi. Non ci credono e tantomeno vogliono crederci. Eppure. Eppure non gliene gira giusta una, così non riescono a diminuire il distacco che ormai è diventato insormontabile (68-57). I marcaatori: Talivo 0, Fornari 11, Cafarra 6, Casciano F. 9, Romanoni 9, Fant 8, Bursi 0, Bolongaro 2, Moalli 10, Arisi 0, Kisonga 6, Anelli 7.

Non è detta l’ultima parola

Tutte le attenzioni sono ora rivolte a Gara 2, che si giocherà mercoledì 23 Maggio, a Buccinasco, nella palestra di Via Tiziano. Per i gialloneri vincere significa assicurarsi il passaggio in Serie C Gold e aggiungere un importante tassello alla storia della società, mentre i biancorossi saranno pronti a lottare per rinviare la partita decisiva a Gara 3 a Cantù. Per vincere serve una squadra attenta e compatta, serve anche un palazzetto colmo di tifosi scatenati pronti a incitare i Bionics dal primo all’ultimo minuto.  

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La rinascita
Arriva il Real e Trezzano ritrova il derby

Arriva il Real e Trezzano ritrova il derby

Tornano i tempi in cui le società locali si chiamavano Vigor, Trezzano, Athletic, Real Trezzanese, Naviglio. Tempi in cui la rivalità sportiva era viva e dava luogo a confronti infuocati, sempre nel rispetto reciproco

Rugby
La rinascita
Il Rugby riparte con un “pieno” di Cinghiali e Cinghialotti

Il Rugby riparte con un “pieno” di Cinghiali e Cinghialotti

Dopo aver rischiato di scomparire, la società cesanese ha ricostituito le categorie Under 6, 8, 10, 12 e 14 e ha partecipato alle attività della Federazione Italiana, oltre a tornei nazionali e internazionali

Calcio
La rinascita
A Trezzano, il calcio riparte dalla Terza categoria

A Trezzano, il calcio riparte dalla Terza categoria

Al mister Salvatore Mento è stata affidata una rosa di 18 elementi (per il momento), quasi tutti provenienti dal settore giovanile dell’ex Trezzano calcio, con la quale proverà a guadagnarsi la promozione