Seguici su Fb - Rss

Domenica, 18 Marzo 2018 15:52
Calcio giovanile

Esordienti, lo 0 a 0 ha la faccia della delusione

I rossoblù si sono trovati di fronte una solidissima Baggio Seconda che nell’intero girone Primavera ha incassato un solo gol

Nella foto, gli Esordienti del Buccinasco con le facce deluse dopo il paareggio con la Baggio Seconda Nella foto, gli Esordienti del Buccinasco con le facce deluse dopo il paareggio con la Baggio Seconda

Un tempo giocato in scioltezza, uno all’attacco, uno in sofferenza. È la sintesi estrema della gara giocata dagli esordienti del Buccinasco contro i pari età di una solida Baggio Seconda, nel campionato Primavera. Alla sintesi vanno aggiunte almeno cinque – sei nitide occasioni per andare in vantaggio, svanite all’ultimo secondo, per l’intervento dei difensori gialloneri o per mancanza di lucidità degli avanti rossoblù.

La delusione dipinta sui volti

Si comprendono così le facce deluse dei buccinaschini alla fine delle ostilità, all’uscita dal campo di gioco. Avevano l’occasione per rimanere ai vertici della classifica per altri sette giorni, invece si devono accontentare della piazza d’onore. Così è la vita, non sempre si può vincere, l’importante è aver fatto sino in fondo il proprio dovere.

Le sbavature

Il Baggio Seconda è una formazione che sinora, nel girone Primavera, ha incassato un solo gol e a vedere i ragazzi scesi in campo si capisce subito perché: fisicamente sono tutti il doppio dei buccinascini. Per batterli serviva una gara senza sbavature. Invece sbavature ce ne sono state, soprattutto per l’ennesima giornata storta di Ruvinetti, poco reattivo nelle occasioni in cui doveva giocare la palla.

S.o.s a centrocampo

Idem per Suighi al rientro dopo qualche settimana. Ha giocato un primo tempo straordinario, un secondo all’altezza, un terzo in cui le gambe non gli giravano, forse per la mancanza di allenamento. Anche Maccari, costretto a giocare qualche metro in dietro per mancanza di alternative a centrocampo (che tra gli altri ha perso Bianchino per la frattura del perone), una volta spostato in avanti ha tentato sino all’ultimo di portare in vantaggio i rossoblù, invano.

Le occasioni

Si diceva delle occasioni da gol. Sono capitate in sequenza sui piedi di Artoni: parata; Dorso: palla a fil di palo; Maccari: deviata in angolo. Poi l’occasione di Suighi: solo davanti al portiere avversario si è fatto ipnotizzare e ha tirato tra le braccia dell’estremo difensore giallonero. E ancora: Barbaro ha colpito il palo, Maccari ancora fermato da portiere, Suighi e ancora Maccari.  Ma la palla è stata sempre deviata, intercettata, parata. Così, inevitabilmente la gara si è chiusa sullo 0 a  0.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

 

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La rinascita
Arriva il Real e Trezzano ritrova il derby

Arriva il Real e Trezzano ritrova il derby

Tornano i tempi in cui le società locali si chiamavano Vigor, Trezzano, Athletic, Real Trezzanese, Naviglio. Tempi in cui la rivalità sportiva era viva e dava luogo a confronti infuocati, sempre nel rispetto reciproco

Rugby
La rinascita
Il Rugby riparte con un “pieno” di Cinghiali e Cinghialotti

Il Rugby riparte con un “pieno” di Cinghiali e Cinghialotti

Dopo aver rischiato di scomparire, la società cesanese ha ricostituito le categorie Under 6, 8, 10, 12 e 14 e ha partecipato alle attività della Federazione Italiana, oltre a tornei nazionali e internazionali

Calcio
La rinascita
A Trezzano, il calcio riparte dalla Terza categoria

A Trezzano, il calcio riparte dalla Terza categoria

Al mister Salvatore Mento è stata affidata una rosa di 18 elementi (per il momento), quasi tutti provenienti dal settore giovanile dell’ex Trezzano calcio, con la quale proverà a guadagnarsi la promozione